Sarah Ferguson esclusa dai funerali di Filippo per volere del principe stesso: ecco perché

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Aprile 2021 20:04 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2021 20:05
sarah ferguson foto ansa

Sarah Ferguson esclusa dai funerali di Filippo per volere del principe stesso: ecco perché (foto Ansa)

Sarah Ferguson non ha partecipato ai funerali del Principe Filippo. Il Duca di Edimburgo aveva lasciato scritto ogni dettaglio circa l’evento: tra questi ce n’era uno che riguardava proprio Sarah Ferguson, chiamata Fergie ma anche La Rossa e La Furia Rossa.

Sarah Ferguson, cosa non ha mai perdonato il Principe Filippo

L’ex moglie del figlio, il Principe Andrea, non avrebbe dovuto partecipare ai suoi funerali. Il Principe Filippo non le ha mai perdonato le sue relazioni post matrimoniali.

Andrea e Sarah sono separati dal 1996. La ferita però, per il Duca di Edimburgo non si è mai rimarginata. I due ex coniugi,  negli ultimi anni si sono riavvicinati. Ciò non è bastato per convincere il Principe Filippo a cedere. 

Sarah Ferguson e la relazione con Andrea 

Andrea e Sarah annunciarono il fidanzamento nel 1986 e poco dopo convolarono a nozze. Al principio degli anni Novanta il loro matrimonio era già sull’orlo del fallimento: la duchessa ha sempre attribuito al lavoro del marito – Andrea al tempo era in Marina e dedicava alla moglie 40 giorni l’anno – l’origine di tutti i suoi “mali”.

Sola, senza nessuno a “proteggerla”, Fergie è rimasta quasi subito vittima di se stessa. Quando la sua relazione con il multimilionario texano Steve Wyatt divenne di dominio pubblico, la sua posizione si rivelò intenibile: nel 1992 Sarah e Andrea annunciarono la separazione. Poco dopo lo scandalo Wyatt fu eclissato dalle foto che la ritraevano in atteggiamenti disinibiti con il consulente finanziario Johnny Bryan.

Il 1996 fu l’anno del divorzio e della rottura totale con la famiglia reale – nonché l’anno dei debiti. Pare, infatti, che Sarah dovesse alla banca della Regina – i Coutts – ben tre milioni di sterline. Fergie si trasferì così negli Usa e mise a frutto il suo nome, diventando il volto dell’associazione Weight Watchers. I quattrini iniziarono ad affluire stabilmente e la duchessa di York sembrò essersi reinventata completamente. Poi un secondo tracollo. E i creditori che tornano a bussare alla sua porta. Fergie chiude così la sua avventura americana e torna in patria, dove trova il sostegno dell’ex marito Andrea. Che le mette a disposizione la sua residenza di Windsor, il Royal Lodge – dove una volta risiedeva la Regina madre. Un destino amaro quello di Sarah.

Al contrario di Diana, che ricevette un assegno da 20 milioni di sterline quando divorziò da Carlo, Fergie, scegliendo di non andare in tribunale per non imbarazzare Elisabetta II, si dovette accontentare di un vitalizio di 15mila sterline annue. Un modo, disse, per restare in buoni rapporti con la famiglia reale, Regina in testa. I Windsor, però, non le hanno mai perdonato il suo stile di vita “stravagante” tanto che l’hanno esclusa da ogni ritrovo di famiglia. Ora arriva il colpo di grazia.