Ucraina, esplosione in miniera a Donetsk: 32 morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2015 9:59 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 9:59
Ucraina, esplosione in miniera a Donetsk: 32 morti

Ucraina, esplosione in miniera a Donetsk: 32 morti

DONETSK – Sarebbero 32 i minatori morti in seguito a un’esplosione nella miniera di carbone Zasiadko, nella periferia di Donetsk, in un’area dell’est dell’Ucraina controllata dai ribelli filorussi. Decine sono invece rimasti intrappolati sotto terra.

Il capo del Sindacato autonomo dei minatori, Mikhailo Volynets, ha parlato di 47 dispersi. La notizia è stata diffusa dalle autorità separatiste che hanno precisato che la deflagrazione sarebbe stata causata da una fuga di gas. “I soccorritori non sono ancora sul luogo dell’esplosione, stanno rimuovendo il gas venefico e poi scenderanno giù”, ha detto Vladimir Tsymbalenko, responsabile del locale servizio sicurezza mineraria. Secondo Volynets, al momento dell’esplosione nella miniera c’erano 207 operatori. Nell’area interessata dalla deflagrazione erano 53. Cinque sarebbero i feriti gravi.

Il ministero delle Emergenze della repubblica ribelle di Donetsk ha dato un bilancio diverso e ha parlato di almeno un morto. “Un minatore è morto e 14 sono stati feriti. 70 Minatori si trovano in fondo al pozzo, ma la situazione evolve, li stiamo riportando in superficie”, ha detto all’Afp Yuliana Bedilo, portavoce del ministero. La miniera negli ultimi anni è stata teatro di vari incidenti mortali.