Amanda Knox e Raffaele Sollecito: cosa rischiano in caso di condanna

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2014 14:54 | Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2014 14:54

Amanda KnoxFIRENZE – Il secondo processo d’appello per l’omicidio di Meredith Kercher sta per arrivare a sentenza. Ma cosa rischiano Raffaele Sollecito e Amanda Knox in caso di condanna? Il procuratore generale della Toscana Alessandro Crini ha infatti chiesto alla Corte d’appello di Firenze ”l’applicazione di una misura cautelare” nei confronti di Amanda e Raffaele in caso di condanna.

Nell’udienza del 20 gennaio, al termine delle repliche, Crini ha fatto mettere a verbale di richiedere ”all’esito di un’eventuale pronuncia di condanna che la Corte accompagni la stessa con l’applicazione di una misura cautelare” per entrambi gli imputati ”idonea ad assicurare l’esecuzione della sentenza una volta che sia definitiva”. Prima della richiesta Crini ha ricordato che Amanda Knox vive negli Stati Uniti e che Raffaele Sollecito ha compiuto diversi viaggi all’estero.

Va detto che la Knox, abitando negli Stati Uniti, rischia poco. Mentre per Sollecito, che risiede nel nostro paese, l’eventuale condanna potrebbe comportare  il divieto d’espatrio, con il ritiro del passaporto, o anche l’arresto. ”Ho chiesto – ha spiegato il pg in una pausa dell’udienza – che la misura sia idonea ad assicurare l’esecuzione dell’eventuale condanna. La forma la sceglierà la Corte, potrebbe anche essere un semplice divieto d’espatrio”. A chi gli chiedeva se avrebbe potuto esplicitamente chiedere l’arresto, Crini ha risposto: ”Avrei potuto, ma ricordiamoci che dopo l’appello ci sarà il vaglio successivo della Cassazione”.