Anzio (Roma), aggressione razzista: nigeriano picchiato da due ragazzi. Secondo caso in una settimana

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2019 20:28 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2019 10:39
Carabinieri

(Foto d’archivio)

ANZIO (ROMA)  –  Aggressione razzista ad Anzio, sul litorale della provincia di Roma. Due giovanissimi hanno picchiato, anche con dei bastoni, un giovane nigeriano di 24 anni. L’aggressione è avvenuta in strada, vicino alla stazione di Anzio, a sud della Capitale.

Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, il nigeriano, ospite di un centro accoglienza per migranti della zona, è stato notato dai due aggressori mentre camminava sotto la loro abitazione. I due sono scesi e lo hanno subito aggredito, ma il giovane è riuscito a fuggire. A quel punto i due sarebbero rientrati in casa per prendere delle mazze e sono partiti alla ricerca dell’uomo. Quando lo hanno trovato lo hanno pestato con i bastoni. 

Alla fine, però, i due sono stati bloccati dai carabinieri. Si tratta di un diciottenne, che è stato arrestato, e di un diciassettenne, che è stato denunciato. I due sono accusati di lesioni personali aggravate dalla discriminazione razziale in concorso. La vittima ha riportato ferite alla testa e alla spalla giudicate guaribili in sette giorni. 

A Roma giovedì scorso c’è stata un’altra aggressione razzista, ai danni di un tassista di 57 anni di origine indiana. I responsabili sarebbero stati due fratelli di 18 e 19 anni, mentre un terzo aggressore è scappato ed è ricercato. I tre hanno preso a calci e pugni il taxi, per poi picchiare l’uomo e rubargli il cellulare e l’incasso della giornata. I due fratelli sono stati rintracciati, trovati in possesso di droga e arrestati, mentre continua la caccia al loro complice. Per i due l’accusa è di rapina con l’aggravante dell’odio razziale e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. (Fonti: Ansa, Corriere della Sera)