Bari, cacciati da locale perché “antiestetici”. E loro raccontano la vicenda su Facebook

Pubblicato il 13 Ottobre 2009 20:44 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2009 20:44

Un'immagine di Bari Vecchia

Si può essere cacciati da un pub perché si è maleducati, o magari rumorosi. A Bari però i gestori di un locale sono riusciti ad andare oltre, e hanno mandato via una comitiva perché era antiestetica.

L’incredibile storia è stata resa pubblica su Facebook dagli stessi “proscritti”. «Siete antiestetici all’architettura del locale, non vogliamo tavolate di più di tre persone», ha detto il proprietario di uno dei più noti locali della città vecchia. Loro erano in 15, e già sfogliavano il menù

Ecco il racconto di uno dei protagonisti della sfortunata serata: «Ieri sera ho ritrovato una serie di amici e amiche e insieme abbiamo deciso di passare la serata per vie della città vecchia. Abbiamo deciso, di accomodarci presso uno dei bar-gelateria storici del borgo medievale. Una hostess del bar, premurosa, ci ha portato i menù. Ad un tratto, il proprietario del locale, con fare circospetto, si è avvicinato, dicendoci: “siete antiestetici all’architettura del localè. A molti è sembrato uno scherzo, ma dopo un pò il tono serissimo del proprietario ha fatto intendere che non era così».

«La giustificazione – prosegue l’avventore – è stata: “noi all’esterno del nostro locale teniamo al decoro architettonico. Più di tre persone per tavolo non possono stare, se volete vi dividete, altrimenti vi faccio un favore e vi metto all’interno”».

«Qual era la nostra comitiva? – continua il racconto – quindici persone di età media fra i 29 e 35 anni con rappresentanza dell’intero arco delle professioni, in abiti e forme alquanto normali. Alla fine siamo andati in un altro bar». «In una città che ha ambizioni turistiche – conclude – non è normale un comportamento del genere. Così funziona il salotto chic della città vecchia per gli avventori e i crocieristi?».