Bastia Umbra. Prova a scavalcare rete e il palo si spezza: ragazzo di 15 anni muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2015 16:27 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2015 16:27
Bastia Umbra. Prova a scavalcare rete e il palo si spezza: ragazzo di 15 anni muore

Bastia Umbra. Prova a scavalcare rete e il palo si spezza: ragazzo di 15 anni muore

BASTIA UMBRA (PERUGIA) – E’ stato sottoposta a sequestro penale l’area di Bastia Umbra dove la scorsa notte un ragazzo di 15 anni  originario del napoletano ma residente in città, è morto mentre si arrampicava per gioco sulla rete di protezione dei palloni posta dietro la porta di un campetto di calcio.

Un mazzo di fiori è stato portato e lasciato accanto al basamento del palo che si è spezzato provocando il decesso del ragazzino. Poco distante, appena fuori il cordone bianco e rosso che delimita il campo da calcetto e beach volley, si è radunato un piccolo gruppo di persone. Uno di loro ha spiegato che fra i primi a soccorrere il quindicenne è stato il padre. “Gli altri ragazzi che erano con quello morto – ha detto ancora – li ho visti piangere, disperati, cercando di rianimarlo”.

Dall’indagine dei carabinieri è emerso che il ragazzo è stato subito soccorso e portato dal 118 in ospedale dove però arrivato ormai morto.

“E’ una tragedia”: il vicesindaco di Bastia Umbra Francesco Fratellini parla così della morte, avvenuta in un’area comunale adiacente al palazzetto dello sport. “Attendiamo che gli accertamenti in corso facciano chiarezza su quanto successo” ha aggiunto. “Quella – ha rilevato ancora il vicesindaco – è un’area libera e le reti non sono comunque idonee a sopportare il peso di qualcuno che ci si arrampica. Anche per le travi in ferro che sovrastano l’adiacente palazzetto – ha concluso Fratellini – ci sono stati segnalati problemi per ragazzi che ne farebbero un uso non corretto”.