Calabria, ancora nubifragio. Sindaco: “Non uscite di casa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 agosto 2015 16:27 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2015 22:19
Calabria, ancora nubifragio. Il sindaco: "Non uscite di casa"

Calabria, ancora nubifragio. Il sindaco: “Non uscite di casa”

ROMA – Il sindaco di Corigliano calabro lo dice in modo chiaro: “Non uscite di casa, a meno che non sia strettamente indispensabile”. In Calabria per ora le piogge sembrano essersi calmate, ma la situazione resta critica e di allerta. Perché l’ondata violenta di pioggia di mercoledì mattina ha lasciato il segno: decine di villaggi e camping svuotati in tutta fretta, due paesi, Rossano e Corigliano, completamente allagati, ferrovia danneggiata in diversi tratti. E un gruppo di trenta scout salvati dopo che se l’erano vista bruttissima.

“Mai vista tanta acqua tutta insieme” racconta un testimone all’agenzia Ansa. Ed in effetti, in alcune aree della regione in poco più di due ore sono caduti 200 millimetri d’acqua. Un record, vista la stagione.

Gli sfollati sono circa una sessantina. Diverse le case travolte e inghiottite dalle acque dei torrenti. A Rossano Calabro fango e detriti hanno travolto decine di auto, trascinandole fino al mare. Viste le scene la buona, buonissima notizia, è che non si ha notizie né di vittime né di dispersi.

L’Enel è già al lavoro per ripristinare l’elettricità in diverse zone della regione: sarebbero circa 10mila le utenze scollegate a causa dei guasti prodotti dal maltempo. Ancora da stimare, invece, i danni alla rete ferroviaria.

Infine gli scout. In trenta Trenta scout sono stati salvati in contrada Rinacchio: erano in gita con le tende e a causa degli allagamenti non riuscivano più a scendere.