Commerciante ambulante ucciso in un agguato in Calabria

Pubblicato il 8 Novembre 2010 22:43 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2010 22:43

Un commerciante ambulante, Cosimo Congiusti, di 53 anni, è stato ucciso lunedì sera in un agguato a Nicotera, centro del vibonese. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, stava entrando nel cancello della sua abitazione, in contrada Gagliardi, nella frazione marina di Nicotera, quando qualcuno, che probabilmente lo stava aspettando, gli ha sparato contro quattro o cinque colpi di pistola, due dei quali lo hanno raggiunto alla testa. Congiusti è morto sul colpo.

Cosimo Congiusti, secondo quanto si è appreso, era noto alle forze dell’ordine. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri. Un fratello di Congiusti, Gregorio, di 27 anni, col quale, secondo quanto riferito in paese, Cosimo non aveva più rapporti, è stato arrestato lo scorso anno per un omicidio compiuto a Gioia Tauro (Reggio Calabria). Gregorio Congiusti, in particolare, è stato arrestato per l’omicidio di Carmine Cedro, di 33 anni, imprenditore nel settore dei videogiochi, ucciso il 7 novembre 2009 mentre era a bordo della propria auto. Congiusti all’epoca ha ammesso le proprie responsabilità sostenendo che il movente dell’omicidio era da collegare a contrasti con la vittima in relazione ai loro rapporti d’affari.