Camorra, Casalesi: 8 arresti, anche 2 agenti penitenziari

Pubblicato il 17 Marzo 2012 9:58 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2012 10:17

CASERTA – Figurano anche due agenti della polizia penitenziaria, in servizio nel carcere di Carinola, nel Casertano, tra le otto persone destinatarie di un provvedimento di custodia cautelare in carcere eseguito dai carabinieri di Caserta al termine di indagini della DDA su due omicidi commessi nell'ambito della faida di Castel Volturno tra opposti gruppi del clan dei Casalesi.

Gli agenti di polizia penitenziaria – secondo quanto accertato – avrebbero stretto rapporti con esponenti del clan detenuti ai quali vendevano droga, telefoni cellulari, profumi, orologi ed altri prodotti vietati. I secondini sono stati arrestati in collaborazione con gli agenti del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria.

Le accuse alla base del provvedimento sono di omicidio, corruzione e cessione di sostanze stupefacenti. I due omicidi, oggetto dell'indagine della DDA, sono stati commessi tra la fine del 2003 e l'inizio del 2004 e si inseriscono nel contesto della guerra interna al clan ''dei Casalesi'' tra i gruppi Tavoletta-Ucciero e Bidognetti, che si contendevano la supremazia nella gestione del crimine a Villa Literno, nel Casertano. Una faida che, nell'arco di dieci anni (1997-2007) conto' numerose vittime tra i due schieramenti.