Carola Rackete e la foto segnaletica: chi l’ha scattata e chi l’ha pubblicata online? Ecco le ipotesi

di Gianluca Pace
Pubblicato il 2 Luglio 2019 8:33 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2019 10:02
Carola Rackete e la foto segnaletica: chi l'ha scattata e chi l'ha pubblicata online? Ecco le ipotesi (foto Ansa)

Carola Rackete e la foto segnaletica: chi l’ha scattata e chi l’ha pubblicata online? Ecco le ipotesi (foto Ansa)

ROMA – Qualcuno ha scattato e ha pubblicato la foto segnaletica di Carola Rackete, la comandante della Sea Watch 3 arrestata dalla Guardia di Finanza dopo aver fatto sbarcare 40 migranti a Lampedusa.

Nell’immagine si vede Carola Rackete in posa mentre probabilmente sta scattando una foto segnaletica dopo l’arresto. A fianco a lei c’è un poliziotto. Più che una foto segnaletica, a dir la verità, la foto ritrae la comandante della Sea Watch mentre sta scattando una foto segnaletica. Quindi sarebbe più corretto dire che si tratta di una foto di Carola Rackete mentre sta scattando la foto segnaletica. 

Comunque non è chiaro chi abbia scattato la foto così ancora non è del tutto chiaro chi abbia deciso di diffonderla online.

Ma qualche traccia in giro c’è.

E’ molto probabile che a scattare la foto e a diffonderla sul Web sia stato uno degli agenti presenti in quel momento. Gli unici, d’altronde, che sarebbero dovuti essere presenti in quei momenti.

Per “Repubblica” lo scatto è stato diffuso per errore dalla polizia scientifica, “visto che la foto era a uso interno”. 

La foto sembra sia stata scattata, come racconta Annalisa Camilli di “Internazionale”, nell’hotspot di Lampedusa.

Ma la domanda è ancora senza risposta: chi ha scattato la foto? In queste ore anche la Procura di Agrigento ha aperto un’indagine interna per capire cosa è accaduto.

Ma com’è finita la foto nel Web? 

C’è una pista. Una pista che porterebbe a un profilo sul social network russo Vkontakte. Sarebbe stato questo profilo a pubblicare per primo la foto. Profilo con un nome italiano. Profilo molto attivo, si racconta in queste ore, nei gruppi di discussione di estrema destra e che già in passato aveva pubblicato fotomontaggi sul Partito Democratico.

C’è però chi è convinto che si tratti di un falso. Di un fotomontaggio. Ma al momento nessuno sa dire con certezza se lo scatto sia reale o meno.

Alcuni siti hanno anche pubblicato la foto. 

Ma la pubblicazione di foto di persone in stato di detenzione è infatti vietata dal codice deontologico dei giornalisti.

Questo, al momento, è tutto quello che si sa sulla diffusione della presunta foto segnaletica di Carola Rackete.

Le proteste del Partito Democratico.

I parlamentari dem hanno annunciato una interrogazione sul caso. Caso sollevato dal senatore Davide Faraone, membro della delegazione del Pd che è salita a bordo della Sea Watch nei giorni scorsi: “Chiederemo con un’interrogazione immediata di sapere chi è quel delinquente che ha scattato e messo in rete questa foto. Ci rivolgeremo al capo della polizia e chiederemo un intervento immediato. Una persona, chiunque essa sia, mentre è sottoposta a rilievi dattiloscopici, viene fotografata e sottoposta al pubblico ludibrio. Una vera e propria lapidazione social. Vergogna! naturalmente anche questa volta il ministro degli interni salvini, perennemente collegato sui suoi social, non avrà nulla da dire. #Seawatch #capitanacarola”.

Fonte: La Repubblica, Il Post, Internazionale, Wired, Open.