Codacons al Viminale: “Vietare i botti in tutta Italia”

Pubblicato il 30 Dicembre 2011 11:26 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2011 12:13

ROMA – Il Codacons ha presentato oggi una diffida urgente al ministro dell'Interno e a 103 prefetti di tutta Italia affinche' venga disposto il divieto urgente per botti e fuochi d'artificio nella notte di San Silvestro in tutti gli ottomila Comuni d'Italia.

''Abbiamo inviato questa mattina una richiesta al ministero diretta all'emissione di una direttiva urgentissima nell'ambito dei suoi poteri finalizzata al divieto urgente di esplodere botti, petardi e altri fuochi nella notte del 31 dicembre – spiega il presidente Codacons Carlo Rienzi – l'ordinanza deve essere girata a tutti i 103 prefetti d'Italia, affinche' facciano rispettare tale divieto''.

L'iniziativa del Codacons e' volta sia a tutelare la salute umana, dal momento che centinaia sono i feriti che si registrano ogni anno nella notte di Capodanno, ma anche a tutelare l'ambiente, visto che i botti fanno impennare i valori di Pm10 nell'aria, oltreche' a difendere gli animali, che a migliaia perdono la vita a causa dei botti.

''Nella notte del 31 dicembre controlleremo nelle varie citta' chi esplode botti dalle finestre, e provvederemo a denunciare i responsabili alle competenti autorita''' conclude Rienzi.