Colica, 8 volte sotto i ferri, muore. Indagati 54 medici

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 14:43 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 14:45
Morto dopo 8 interventi in 2 mesi, 54 medici indagati a Bari

Morto dopo 8 interventi in 2 mesi, 54 medici indagati a Bari

BARI – Tutto cominciò con una colica renale. Due mesi più tardi, dopo ben 8 interventi e il ricovero in cinque reparti di due diversi ospedali, è morto. La vittima è un giovane di 24 anni di Altamura. La Procura di Bari ha aperto un fascicolo a carico di 54 medici dell’ospedale di Altamura e del Policlinico di Bari accusati di omicidio colposo. Mercoledì il pm Bruna Manganelli conferirà l’incarico per l’autopsia ai medici legali Roberto Vaglio e Michele De Palma.

A sporgere denuncia è stato il padre del ragazzo secondo il quale, il 24enne sarebbe stato dimesso per ben due volte, il 16 e il 17 luglio, dopo essersi recato al pronto soccorso dell’ospedale di Altamura lamentando forti dolori addominali. La diagnosi fu di sospetta colica renale e prescrizione di antidolorifici a seguito di consulenze nefrologiche e ortopediche. Il 20 luglio, tornato per la terza volta al pronto soccorso, il ricovero ad Altamura con intervento di asportazione di una cisti. Il giorno dopo, ormai in rianimazione, il ragazzo è stato sottoposto ad un altro intervento per l’asportazione di una parte dell’intestino e poi ad un altro ancora per l’asportazione della milza in necrosi.

Il 10 agosto il paziente è stato trasferito al Policlinico di Bari e sottoposto nel giro di un mese ad altri cinque interventi con ricovero nei reparti di Medicina interna e Chirurgia, fino al decesso avvenuto il 14 settembre scorso. Nel registro degli indagati il pm ha iscritto 30 medici di Altamura e 24 del Policlinico, tra chirurghi e anestesisti.