Coronavirus, bollettino 28 marzo: più di 10 mila morti in Italia. In calo trend positivi, guariti triplicati

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Marzo 2020 18:28 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2020 19:49
Coronavirus, bollettino 28 marzo: più di 10 mila morti in Italia. In calo trend positivi, guariti triplicati

Coronavirus, bollettino 28 marzo: più di 10 mila morti in Italia. In calo trend positivi, guariti triplicati (Nella foto Ansa il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli )

ROMA – L’Italia sfora il tetto dei 10 mila morti per coronavirus: sono 10.023 le persone decedute nel nostro Paese dopo aver contratto il Covid-19. Sono 889 nuove vittime nelle ultime 24 ore, ma in calo di 80 rispetto alle 969 comunicate ieri. Questi i dati diffusi da Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione Civile, tornato a tenere la conferenza stampa dopo l’assenza di qualche giorno per febbre.

Nel complesso sono 92.472 i casi totali di coronavirus in Italia, 5.974 in più rispetto ai 5.959 registrati ieri, quindi in leggerissimo incremento: 70.065 gli attualmente positivi (+3.651 contro i +4.401 di ieri), 12.384 le persone finora guarite (+1.434 su ieri, quasi il triplo in più)

Inoltre, a oggi si contano 26.676 ricoverati con sintomi, con un incremento di 647 rispetto a ieri; i ricoverati in terapia intensiva sono 3.856 (+124 rispetto a ieri), mentre le persone in isolamento domiciliare sono 39.533 (+2.880 rispetto al dato di ieri). Il numero di tamponi eseguiti è salito a 429.526 (+35.447). 

Nel dettaglio emerge che sono 24.509 i malati in Lombardia (614 più di ieri), 9.964 in Emilia-Romagna (+603), 6.913 in Veneto (+265), 6.851 in Piemonte (+504), 2.999 nelle Marche (+149), 3.511 in Toscana (+341), 2.086 in Liguria (+26), 2.181 nel Lazio (+168), 1.407 in Campania (+115), 1.120 in Friuli Venezia Giulia (+93), 1.234 in Trentino (+70), 929 in provincia di Bolzano (+96), 1.358 in Puglia (+122), 1.242 in Sicilia (+84), 1.027 in Abruzzo (+102), 898 in Umbria (+74), 468 in Valle d’Aosta (+55), 569 in Sardegna (+73), 523 in Calabria (+54), 98 in Molise (+12), 178 in Basilicata (+31).

Quanto alle vittime, se ne registrano 5.944 in Lombardia (+542), 1.344 in Emilia-Romagna (+77), 362 in Veneto (+49), 617 in Piemonte (+48), 364 nelle Marche (+28), 198 in Toscana (+21), 358 in Liguria (+27), 109 in Campania (+11), 124 nel Lazio (+6), 87 in Friuli Venezia Giulia (+11), 71 in Puglia (+2), 64 in provincia di Bolzano (+4), 57 in Sicilia (+18), 76 in Abruzzo (+8), 28 in Umbria (+7), 41 in Valle d’Aosta (+4), 120 in Trentino (+18), 21 in Calabria (+3), 26 in Sardegna (+5), 9 in Molise (+0), 3 in Basilicata (+0). I tamponi complessivi sono 429.526, dei quali quasi 245mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. 

Fonte: Protezione Civile