Coronavirus, posso fare due passi fuori? Risposta: no. Stare a casa, senza cavilli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2020 10:17 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 11:22
Coronavirus nuove disposizioni, posso fare due passi fuori? Risposta: no. Stare a casa, senza cavilli

Coronavirus passeggiata, posso fare due passi fuori? Risposta: no. Stare a casa, senza cavilli (Foto Ansa)

ROMA – Coronavirus, posso fare due passi fuori casa? La passeggiata per andare a prendere aria la posso fare? Se vado fuori a piedi posso farlo senza restrizioni e controlli? Se porto con me il cane possiamo passeggiare insieme? Ciascuno di noi privatamente pone e riceve decine di domande di questo tipo. Molte di queste domande più o meno consciamente contengono ed espongono la ricerca di cavilli  che eludano la regola ed eccezioni alla regola a misura di chi pone la domanda.

Persiste un atteggiamento per cui chi ha dettato le regole è il governo, il prefetto, l’autorità. Quindi ci si adegua ma…Ci si adegua ma si cerca di porre la domanda che scova l’eccezione che ci autorizza a dribblare la regola. Stare a casa il più possibile, uscire sostanzialmente solo per procurarsi il cibo. Cosa c’ da capire, quale parte della frase non è chiara? Eppure…

Ecco come stanno le cose, ce l’ha detto il dottore prima ancora che il governo. 

Si può uscire di casa per lavoro. Ma non per un lavoro qualsiasi. Molte attività sono ferme o chiuse. Quindi non si può o non si deve uscire di casa con il lavoro come scusa. Dichiarare un semplice “sto andando al lavoro” non vale. Non vale non solo di fronte al Decreto e alla legge eccezionale vigente. Non vale dal punto di vista sanitario, non vale verso la propria salute e quella del prossimo. Si può uscire di casa per andare a svolgere una attività lavorativa, un lavoro di quelli oggi in funzione, aperti ed utili. Il lavoro non è una scusa da esibire ad un eventuale controllo. Non si può e non si deve uscire usando la scusa del lavoro quando quel lavoro è sospeso, chiuso o svolto in forme che non richiedono spostamenti da e verso il luogo del lavoro.

Si può uscire di casa per motivi di salute, tipo andare dal medico o andare ad effettuare esami ed analisi (le altre malattie, acciacchi, patologie non sono sparite). Ma bisogna poterlo documentare che si ha quell’appuntamento. Non vale un generico vado dal medico.

Si può uscire da casa per motivi di necessità. Primo tra tutti tra i motivi di necessità: fare la spesa, procurarsi il cibo. Ce ne possono essere altri, non molti, di motivi di necessità. Andare in farmacia, ovviamente. Ma anche procurare ilo cibo all’animale domestico. O anche andare a comprare dal ferramenta (restano aperti) il pezzo della lavatrice che non funziona più…I motivi di necessità sono quelli legati alla sopravvivenza quotidiana, in casa.

Si può andare a fare una passeggiata? Se è per prendere aria, per fare due e quattro passi, senza una meta e un motivo preciso, la risposta è No, non si può. Cioè a rigor di legge si può ma è sconsigliato. Senza meta (ad esempio il supermercato) o motivo preciso (anche accompagnare il cane ai suoi bisogni), una passeggiata per passeggiare è sconsigliata e l’autorità può chiederne conto a chi la fa.

L’esempio del cane è adatto a spiegare: portare il cane a fare i suoi bisogni si può, ma usare il cane come salvacondotto per farsi un paio di chilometri fono e dentro al parco no, non si può. Quindi camminare a piedi intorno casa ovviamente si può, passeggiare per la città no.

Si può uscire di casa senza il pezzo di carta della cosiddetta autocertificazione? Ovviamente sì. Se controllati, si spiegherà all’autorità perché si è fuori e si compilerà lì per lì il modulo di autocertificazione. Non è obbligatorio averlo sempre in tasca e non è un passaporto per andare sempre e comunque dovunque. E’ una dichiarazione che si rende alla autorità, una dichiarazione basata sulla fiducia e sulla responsabilità. Chi fa a fregare lo Stato, il governo, il poliziotto, il dottore fa a fregare il prossimo e se stesso.

Stare a casa, il più possibile. Uscire solo per fare la spesa e poco più. Stare a casa e far stare a casa. Troppe domande a cercare di erodere, sminuzzare questo macigno soffocante sulla nostra vita, Domande ingenue e insieme truccate, la risposta è state a casa, senza cercare cavilli o scorciatoie per svicolare.