Coronavirus, sarto cinese in Italia chiude per 15 giorni: “Per la tranquillità di tutti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Febbraio 2020 8:56 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2020 8:58
Coronavirus, sarto cinese in Italia chiude per 15 giorni: "Per la tranquillità di tutti"

Il cartello affisso dal sarto cinese di Foggia rientrato dalla Cina (Ansa)

FOGGIA  –   Ha deciso di chiudere il proprio negozio per quindici giorni dal suo ritorno dalla Cina, mettendosi in una sorta di ‘auto-quarantena, “per la tranquillità di tutti”: ha fatto molto parlare l’iniziativa di un sarto cinese che vive e lavora a Foggia, titolare del Pronto Moda Lisa Sartoria di viale Colombo. 

L’uomo è stato nel suo Paese d’origine per il Capodanno cinese e al ritorno, con l’allerta coronavirus ai massimi, ha deciso di evitare inutili allarmismi e, forse, anche qualche possibile atto di razzismo, e così ha chiuso la propria attività per quello che viene considerato il normale periodo di quarantena: “Sono rientrato in Italia giorno 6/02/2020 ma per maggiore tranquillità di tutti riapro giorno 21/02/2020. (Dopo 15 giorni di permanenza in casa) A presto!”, ha scritto, con molta chiarezza, su un cartello affisso alla porta del negozio.

Il periodo di quarantena volontaria suggerito dai protocolli di prevenzione per chi rientra da zone a rischio e in assenza di sintomi è infatti di 14 giorni. (Fonte: Ansa)