Coronavirus, italiana in quarantena allo Spallanzani. Altri italiani tornati da Wuhan

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Febbraio 2020 14:37 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2020 15:06
Coronavirus donna in quarantena allo Spallanzani. Nuovi arrivi italiani

Coronavirus, nuovo ricovero allo Spallanzani (Foto da ANSA)

ROMA – Una donna di 56 anni è stata trasferita all’ospedale Spallanzani di Roma dalla base della Cecchignola in via precauzionale anche se negativa al test del coronavirus. La donna è tra i 56 rimpatriati da Wuhan, in Cina, città dove è scoppiata l’epidemia del virus, e ha accusato solo una congiuntivite. Migliorano intanto le condizioni di salute sia dell’italiano che della coppia di cinesi risultati positivi al virus e ricoverati allo Spallanzani. 

Le autorità italiane intanto lavorano per riportare a casa gli altri italiani bloccati in Cina, sempre con attenzione alle dovute precauzioni per evitare nuovi contagi. I nove italiani partiti da Wuhan, tra cui il ragazzo di 17 anni rimasto bloccato, sono arrivati in Italia. In Francia l’8 febbraio sono stati confermati 5 nuovi casi a Savoia, al confine con il nostro Paese. Per il 13 febbraio è stata indetta una riunione dei ministri della Salute dell’Unione europea per fare il punto della situazione.

Coronavirus, italiana ricoverata allo Spallanzani

Il ministero della Salute in una nota dell’8 febbraio ha comunicato il trasferimento precauzionale all’ospedale Spallanzani di una dei 56 rimpatriati da Wuhan e in quarantena alla Cecchignola: “Sebbene negativa al test di nuovo coronavirus 2019-nCoV, è stata trasferita, a titolo precauzionale, all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per ulteriori accertamenti”.

Coronavirus, migliorano le condizioni dei ricoverati allo Spallanzani

Le condizioni di salute dell’italiano ricoverato allo Spallanzani migliorano, come riferito nell’ultimo bollettino medico: “E’ in buone condizioni generali con quadro clinico invariato. Persiste lieve febbricola e iperemia congiuntivale in fase di risoluzione”

Stabili anche le condizioni dei due turisti cinesi, si legge nel bollettino medico: “I due cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, positivi al test del nuovo coronavirus, sono tuttora in terapia intensiva. Le loro condizioni cliniche permangono stabili, con parametri emodinamici invariati. Continua il trattamento antivirale con il farmaco remdesivir. La prognosi è tuttora riservata”.

Coronavirus, rientro degli italiani: il 17enne bloccato a Wuhan è a casa

Sono arrivati all’aeroporto di Wuhan i 9 italiani che saranno evacuati a bordo di un aereo britannico insieme ai cittadini di altri paesi europei: allo stato, si apprende, sono imminenti le operazioni sanitarie per il via libera all’imbarco. Tra i connazionali c’è anche lo studente 17enne di Grado bloccato lunedì per la febbre rilevata ai controlli medici che gli impedì di prendere il volo dell’Unità di Crisi della Farnesina con gli altri 56 italiani. I test effettuati dopo hanno escluso un contagio da coronavirus. 

Insieme ai cittadini italiani viaggeranno anche 2 cittadini greci, 7 danesi e 4 svedesi. Dalla nostra base militare i 13 cittadini stranieri proseguiranno il viaggio verso i propri Paesi mentre gli italiani saranno trasportati presso l’ospedale militare del Celio per essere sottoposti ad un periodo di quarantena.

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus l’Unità di crisi della Farnesina e l’Ambasciata italiana in Cina “stanno garantendo la massima assistenza ai connazionali che si trovano in territorio cinese. Si precisa inoltre che il rientro degli italiani nel nostro Paese, nonostante l’attuale blocco dei voli diretti dalla e per la Cina, è comunque possibile effettuando voli con triangolazione”. Lo precisa una nota del Dipartimento della Protezione civile.

Francia, 5 nuovi casi confermati al confine con l’Italia

Cinque nuovi casi di persone colpite dal coronavirus sono stati confermati in Francia. Le loro condizioni non sono gravi, ha precisato la ministra della Salute Agnes Buzyn nel dare la notizia.Si tratta di quattro adulti e di un bambino. Salgono così a 11 in casi in Francia. Solo uno di questi pazienti è in condizioni critiche. 

I cinque nuovi casi sono stati registrati tutti in Savoia, regione ai confini con l’Italia. Lo ha detto la ministra della Salute francese Agnes Buzyn, citata da Guardian, precisando che si tratta di cittadini britannici entrati in contatto con una persona – sempre di nazionalità britannica – che era stata da poco a Singapore.

Ue annuncia riunione dei ministri della Salute per emergenza Coronavirus

E’ stata convocata per il 13 febbraio a Bruxelles, su richiesta dell’Italia, la riunione dei ministri della Salute dell’Unione Europea. Lo ha annunciato sabato mattina il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla task force sul Coronavirus 2019-nCov. (Fonte ANSA)