Corteo 1° maggio, scontri a Torino tra polizia, antagonisti e No Tav (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Maggio 2014 10:57 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2014 13:50

TORINO  – Scontri tra polizia e manifestanti in piazza Vittorio a Torino durante il corteo del 1° maggio. La tensione tra i manifestanti appartenenti agli antagonisti e ai No Tav e le forze dell’ordine è salita. I manifestanti hanno lanciato oggetti, tra cui anche sedie dei bar, contro gli agenti che hanno risposto con cariche di alleggerimento.

Sette poliziotti sono rimasti feriti: oltre al funzionario della Digos, trasportato in ambulanza all’ospedale dopo essere stato colpito alla testa, alle spalle, e aver perso conoscenza, ci sono anche sei agenti contusi che si sono recati in ospedale per le cure del caso.

L’intervento delle forze dell’ordine ha poi riportato la calma. La coda del corteo, dove sono presenti antagonisti e No Tav, sta seguendo la manifestazione ufficiale lungo via Po. A dividere i due gruppi, che sono ora distanti una cinquantina di metri l’uno dall’altro, resta un nutrito dispositivo di forze dell’ordine.

Una seconda carica poi si è verificata in via Roma, quando lo “spezzone sociale” ha tentato di forzare il cordone delle forze dell’ordine, ma sono stati respinti. Eseguiti nuovi fermi della polizia, che ha sequestrato spranghe e bastoni.

Antagonisti e No Tav sono stati allontanati dal cuore del corteo e respinti indietro dalle forze dell’ordine da via Roma a piazza Castello. La tensione resta alta. “Vergogna vergogna” e “corteo” alcuni degli slogan urlati dal cosiddetto “spezzone sociale” della manifestazione.

(Foto Ansa)