Cremona, litiga e picchia a sangue la fidanzata: arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2013 5:02 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2013 0:45
Cremona, litiga e picchia a sangue la fidanzata: arrestato

Cremona, litiga e picchia a sangue la fidanzata: arrestato dai carabinieri

CREMONA – Picchia a sangue la fidanzata in mezzo alla strada e subito dopo viene arrestato dai carabinieri. E’ successo mercoledì 7 agosto a San Salvatore, frazione di Sospiro (Cremona).

Un uomo di 33 anni, residente in paese, ha avuto un diverbio con la sua ragazza, una trentunenne di Grumello Cremonese (Cremona). Dopo le parole è passato ai fatti, sferrando calci e pugni e ferendo la donna in modo serio. In seguito all’aggressione, la giovane è stata soccorsa dagli operatori dell’ospedale maggiore di Cremona dov’è stata ricoverata con una frattura al setto nasale e altri traumi. La prognosi di guarigione è di 25 giorni.

L’uomo dopo il pestaggio è rientrato a casa, ma sono intervenuti i carabinieri e per lui sono scattate le manette. Rinchiuso in una camera di sicurezza a Casalmaggiore (Cremona), oggi 8 agosto dovrebbe essere processato per direttissima. I due fidanzati, secondo la ricostruzione dei carabinieri, in un primo momento si trovavano in casa, poi è scoppiato un diverbio tra l’uomo e uno dei suoi familiari che avrebbe indispettito la ragazza, spingendola a uscire dall’abitazione e a minacciare di andarsene. L’uomo è stato quindi preso dall’ira, ha seguito la ragazza; i due hanno cominciato a litigare e poi sono arrivate le botte. I residenti, sempre secondo la ricostruzione dell’Arma, hanno sentito le urla e lanciato l’allarme.