Domodossola, due fratelli si buttano sotto un treno: uno muore, l’altro ferito gravemente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2018 8:03 | Ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2018 15:22
Domodossola, si buttano sotto un treno: uno muore, l'altro ferito gravemente (foto d'archivio Ansa)

Domodossola, si buttano sotto un treno: uno muore, l’altro ferito gravemente (foto d’archivio Ansa)

DOMODOSSOLA – Due fratelli si sono buttati sotto un treno. Uno è morto. L’altro è ferito gravemente. E’ accaduto nella notte tra giovedì e venerdì 16 novembre nei pressi della stazione di Domodossola, nel Verbano. Secondo i primi riscontri della polizia si tratterebbe di un doppio gesto di suicidio volontario.

I due fratelli, sempre secondo una prima ricostruzione, si sono lanciati sui binari della linea ferroviaria che collega l’Ossola a Novara, a distanza di un centinaio di metri l’uno dall’altro, mentre stava transitando un treno merci.

L’incidente è accaduto attorno a mezzanotte, a poche centinaia di metri prima dell’ingresso Sud della stazione, sulla linea ferroviaria che collega l’Ossola a Novara.

I due fratelli Manara, Riccardo di 31 anni e Mirko di 37 avevano problemi di alcol e droga ed erano seguiti da tempo dai servizi sociali. Riccardo è morto, mentre Mirco è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Biagio e rischia l’amputazione di una gamba. Il macchinista avrebbe sentito solo l’impatto con il primo dei due uomini, Riccardo, che è poi morto, mentre ha visto Mirko sui binari, ma non è riuscito a frenare in tempo.

Sul posto sono intervenuti polizia, vigili del fuoco, polizia e il personale del 118. Difficili le operazioni di recupero del ferito, rimasto incastrato sotto il convoglio.