Falsi invalidi/ Denunciati due finti ciechi, uno guidava e aveva la patente

Pubblicato il 13 Luglio 2009 12:30 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2009 12:38

Uno guidava tranquillamente l’auto dopo aver preso la patente, l’altro spacciava e guidava senza il documento. Sono due “falsi ciechi” scoperti dalla Guardia di Finanza di Milano che negli anni hanno incassato pensioni e indennità d’accompagnamento per 220.644,65 euro. Entrambi sono stati denunciati alla Procura.

Nel primo caso, il falso invalido, lungi dall’essere non vedente, non solo guidava l’auto ma aveva richiesto il rilascio della patente dopo il riconoscimento della sua infermità. Nel secondo caso le Fiamme gialle hanno appurato che, sempre in epoca successiva all’assegnazione della rendita, la persona in questione oltre ad essere in grado di muoversi per la città senza nessun ausilio di accompagnamento, aveva anche provveduto ad arricchire, nel corso degli anni, la propria fedina penale con svariate denunce, che vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti alla guida senza patente. Le frodi andavano avanti da più di dieci anni. Coinvolti nell’indagine anche i medici che, a suo tempo, hanno attestato le false invalidità.