Ferrari, Porsche e Bmw con targa straniera. Truffa anti tasse a Caserta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2015 12:49 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2015 12:49
Ferrari, Porsche e Bmw immatricolate all'estero. Truffa anti fisco a Caserta

Ferrari, Porsche e Bmw immatricolate all’estero. Truffa anti fisco a Caserta

CASERTA –  Auto di lusso immatricolate all’estero ma vendute o noleggiate in Italia. Una frode, secondo la Guardia di Finanza di Caserta che ha arrestato tre imprenditori italiani, da circa 7 milioni di euro.

Tutto, secondo la Finanza, partiva da una base in Repubblica Ceca. Là c’era la centrale operativa dell’organizzazione. I tre imprenditori immatricolavano in paesi come Polonia e Repubblica Ceca una serie di auto di lusso come Ferrari, Porsche, Mercedes, BMW, Audi. A quel punto le auto venivano vendute o noleggiate in Italia. Ma con l’immatricolazione all’estero gli imprenditori evitavano di pagare quanto dovuto al fisco italiano. Grazie al risparmio illecito, sempre secondo la Finanza, gli imprenditori potevano fare concorrenza sleale ai concorrenti praticando prezzi fuori mercato.

Scrive La Stampa:

Già il mese scorso la Finanza – Compagnia di Caserta – mise un primo punto all’inchiesta scoprendo che in giro per il Casertano c’erano almeno 250 auto con targa straniera, e che gli utilizzatori pagavano una retta mensile bassa, fino a 500 euro, evitando nel contempo le spese di assicurazione e del bollo, e apparendo poi al Fisco meno «ricchi» non figurando come i reali proprietari del mezzo; dalle indagini è anche emerso che le multe elevate alle auto non venivano pagate dal momento che dovevano essere inviate alla società proprietaria, dunque all’estero.