Firenze, mamma fugge con la figlia di due mesi ricoverata in ospedale: denunciata

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2018 16:32 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2018 16:32
Firenze, mamma fugge con la figlia di due mesi ricoverata in ospedale: denunciata

Firenze, mamma fugge con la figlia di due mesi ricoverata in ospedale: denunciata

FIRENZE  –  Una donna romena di 30 anni è stata denunciata con l’accusa di aver portato via dall’ospedale pediatrico Meyer di Firenze la figlioletta di due mesi, ricoverata per una frattura ad un femore. 

La donna, insieme al padre della piccola, era stata sottoposta dal tribunale per i minorenni di Firenze ad una limitazione della potestà genitoriale decisa in seguito alla segnalazione dei medici dell’ospedale, insospettiti dalla frattura riportata dalla piccola paziente. I genitori, residenti nella provincia di Pistoia, erano già seguiti dai servizi sociali, ai quali era già stata affidata la loro figlia di un anno. 

La scomparsa della piccola risale alla notte tra mercoledì e giovedì. La madre era autorizzata ad accedere al reparto del Meyer in cui si trovava la bimba per allattarla. La notte scorsa, dopo la mezzanotte, è stata vista dal personale dell’ospedale mentre si allontanava in uno dei corridoi con la figlioletta in braccio. 

La donna è stata denunciata per sottrazione di minore. Lei e il compagno risultano irreperibili. Al momento ricerche sono in corso da parte di tutte le forze dell’ordine. I controlli effettuati a casa della coppia e nelle abitazioni di parenti e conoscenti hanno dato esito negativo.

Secondo quanto precisato dall’ospedale, la piccola, affidata dal tribunale ai servizi sociali del Comune di residenza della famiglia, era stata ricoverata proprio per curare la frattura e, una volta dimessa, sarebbe stata affidata ai servizi sociali. 

Ai genitori il tribunale aveva imposto il divieto di portarla via dall’ospedale, consentendo loro tuttavia un accesso illimitato al reparto. La notte scorsa, però, sempre il personale sanitario del Meyer ha denunciato la scomparsa della piccola contattando il 113. In queste ore è in corso da parte della polizia l’acquisizione delle immagini girate dalle telecamere del nosocomio.