Firenze: segregata in casa, picchiata e violentata. Arrestato un amico

Pubblicato il 7 Gennaio 2011 13:52 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2011 14:52

Segregata in casa, colpita con schiaffi e pugni e violentata ripetutamente da un amico. E’ quanto denunciato da una donna, italiana, alla polizia ferroviaria della Toscana, che ha bloccato e sottoposto a fermo un marocchino di 34 anni. Gli abusi sarebbero avvenuti nel Fiorentino. L’uomo, irregolare, è accusato di violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni e danneggiamento.

Secondo quanto denunciato dalla donna, i due, che si conoscono da tempo, a Capodanno si sarebbero dati appuntamento alla stazione di Firenze e avrebbero trascorso la serata insieme, da amici. Poi, con un pretesto, l’uomo l’avrebbe attirata a casa sua, dove, ubriaco, l’avrebbe segregata e picchiata, costringendola a rapporti sessuali. Dopo la denuncia, presentata il 2 gennaio, gli agenti hanno accompagnato la donna all’ospedale di Careggi, dove i sanitari le hanno riscontrato lesioni giudicate guaribili in dieci giorni e compatibili con l’aggressione. Gli agenti sono risaliti al nordafricano, già conosciuto alle forze dell’ordine, e lo hanno bloccato: il 31 dicembre, durante un pattugliamento alla stazione, era stato visto anche dagli agenti insieme alla donna.