Terracina: ucciso in spiaggia Gaetano Marino, spari tra i bagnanti

Pubblicato il 23 agosto 2012 18:04 | Ultimo aggiornamento: 24 agosto 2012 10:01

terracinaROMA – Omicidio a Terracina, sul litorale tra Roma e Latina: Gaetano Marino, alias McKay, fratello di Gennaro, presunto boss degli Scissionisti della camorra, è stato ucciso con sei colpi di pistola nello stabilimento balneare La Sirenella. Secondo le prime informazioni ci sarebbe anche un ferito. L’omicidio è avvenuto mentre la spiaggia era affollata di bagnanti, che sono fuggiti via terrorizzati.

Secondo gli investigatori l’omicidio sarebbe stato un vero e proprio agguato legato agli ambienti della malavita. Gaetano Marino è stato freddato sul marciapiede all’esterno dello stabilimento La Sirenella da due uomini in un auto. Uno sarebbe stato fermato mentre un altro sarebbe riuscito a fuggire.

Lo scorso febbraio Gaetano Marino era stato al centro di una polemica sollevata da Roberto Saviano perché, considerato uno dei boss della camorra, aveva partecipato come ospite a una trasmissione Rai in cui cantava la figlia.

Sulle tracce di una punto grigia.  Alcuni testimoni hanno riferito che i due killer erano a bordo di una Punto grigia. Per tutta la serata sono stati ascoltati dagli investigatori della questura di Latina. Si tratta di diversi bagnanti che a quell’ora si trovavano sul lungomare di Terracina.