Ilva di Taranto, nuovo incidente: operaio sospeso a 3 metri di altezza

Pubblicato il 5 Dicembre 2012 - 17:02 OLTRE 6 MESI FA
Lo stabilimento dell’Ilva di Taranto (Foto Lapresse)

TARANTO – All’Ilva di Taranto un altro incidente dopo quello costato la vita a Francesco Zaccaria. Un operaio della ditta appaltatrice della Gamit è caduto dalla cabina cestello di un sollevatore urtato da una gru. L’uomo è stato sbalzato dal cestello ed è rimasto appeso, legato con le cinture di sicurezza, a tre metri di altezza.

L’operaio è stato soccorso dagli addetti alla sicurezza dell’Ilva e portato in ospedale. Non ha mai perso conoscenza ma aveva forti dolori alla spina dorsale.

La gru e il sollevatore stavano andando al cantiere per essere riparati. Sembrerebbe che il conducente della gru non si sia accorto che il carrello aveva rallentato. Così c’è stato l’impatto.

La settimana scorsa una tromba d’aria si è abbattuta sullo stabilimento siderurgico, facendo volare in mare una gru. L’operaio che era nella cabina, Francesco Zaccaria, di 29 anni, è morto.