Emergenza idrica vicino Imperia. Si rompe tubo, in migliaia senza acqua per giorni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Settembre 2020 12:51 | Ultimo aggiornamento: 8 Settembre 2020 18:21
Emergenza idrica vicino Imperia. Si rompe tubo, in migliaia senza acqua per giorni

Emergenza idrica vicino Imperia. Si rompe tubo, in migliaia senza acqua per giorni (Foto archivio Ansa)

Si rompe un tubo idrico vicino a Imperia e in migliaia restano senza acqua. Piano di emergenza in ospedale ma intanto turisti in fuga.

Emergenza idrica in provincia di Imperia dove l’erogazione dell’acqua è interrotta dal comune di San Lorenzo al Mare fino a quello di Cervo. La causa sono tre perdite d’acqua sull’acquedotto Roja che rifornisce il Golfo Dianese, avvenute a Imperia tra lunedì e martedì.

Una di queste rotture, in via San Lazzaro a Porto Maurizio, considerata grave, intorno all’1:40 di questa notte ha provocato l’allagamento di un sottopassaggio pedonale.

Dalle prime luci dell’alba i tecnici di Amat, la municipalizzata che gestisce la rete idrica a Imperia, sono al lavoro per il ripristino del guasto. Ma non è chiaro quanto ci vorrà per la riparazione e far cessare l’emergenza idrica nella zona vicino Imperia. Migliaia di famiglie a Diano Marina e nell’intero Golfo sono già rimaste senz’acqua. Si approvvigionano grazie all’intervento di un’autobotte dalla capienza di 14mila litri.

Ma i Comuni nei quali i rubinetti resteranno a secco per ore saranno presto molti di più. L’erogazione dell’acqua è infatti garantita finché non si esauriranno le riserve dei serbatoi.

All’ospedale di Imperia attivato il piano di emergenza, con la sospensione dell’attività chirurgica programmata e di una parte di attività operativa ambulatoriale, mentre verranno garantite le urgenze chirurgiche.

“La sconfitta di San Bartolomeo per non avere l’approvvigionamento idrico è la sconfitta di tutto il turismo del Ponente ligure: oggi abbiamo perso tutti quanti”, dichiara il sindaco Stefano Urso. Il sindaco di San Bartolomeo al Mare (Imperia) aggiunge poi di aver sentito diversi albergatori che lo hanno informato della partenza anticipata di numerosi turisti. “Non ci sarà acqua per i prossimi due o tre giorni”.

“Ritengo si debba dichiarare immediatamente lo stato di emergenza per tutti i comuni interessati”, chiede il vicesindaco di Diano Marina, Cristiano Za Garibaldi. (Fonte Ansa).