Lega Nord. Sindaci gridavano “No Imu”, ma i cittadini hanno ugualmente pagato

Pubblicato il 22 luglio 2012 13:58 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2012 13:58

ROMA – Il “no Imu day” leghista è solo un ricordo. Anche i comuni della Lega Nord hanno pagato la nuova Ici. I cittadini non hanno seguito i loro sindaci ed hanno pagato la prima rata, come tutti i 17,5 milioni di italiani proprietari di case. Inutile per Flavio Tosi, sindaco di Verona, riconsegnare la fascia in segno di protesta: nelle casse del Comune sono entrati 59 milioni di euro. Questo il dato diffuso dal ministero dell’Economia.

Non solo Verona ha “disubbidito” al suo sindaco: ad Adro sono entrate nelle casse comunali 470 mila euro, mentre ad Assago, sede dell’ultimo congresso della Lega Nord, sono stati incassati ben 3,2 milioni di euro. Pontida, roccaforte leghista, ha incassato 487mila euro dai suoi 3.230 cittadini, di cui 279 mila rimarranno nelle casse del Comune in provincia di Bergamo.