Lele Mora, 40mila euro per comprare champagne. Ma lo portano nel campo rom e lo rapinano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2019 9:27 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2019 9:35
Lele Mora, 40mila euro per dello champagne. Rapinato e minacciato in un campo rom

Lele Mora, 40mila euro per dello champagne. Rapinato e minacciato in un campo rom (Foto Ansa)

MILANO – Lele Mora rapinato e minacciato a Milano. L’ex agente del mondo dello spettacolo ha denunciato di essere stato rapinato di 40mila euro in un campo rom, dove si trovava per acquistare delle bottiglie di champagne. Non solo. In seguito sarebbe stato aggredito anche da chi gli aveva prestato quei 40mila euro. 

I fatti, spiega Elisabetta Andreis sul Corriere della Sera, risalgono a fine maggio. Mora e una persona (che il Corriere definisce pluripregiudicato per rapina, porto d’armi, ricettazione e spaccio) si sono trovati all’appuntamento per lo champagne al quartiere Chiesa Rossa, periferia sud di Milano. 

All’appuntamento sarebbero arrivate le persone che avrebbero dovuto portare loro lo champagne, ma avrebbero chiesto di essere seguite: “Ci hanno detto di seguirli in auto lungo il Naviglio, siamo arrivati su uno sterrato e poi ad un cancello. Ho capito solo a quel punto che eravamo in un campo nomadi”, ha raccontato Mora. E nel campo nomadi ad aspettarli invece del Dom Perignon ci sarebbe stata la rapina. 

“Ho mostrato i soldi, un uomo allora ci ha condotti all’interno della sua roulotte, ha finto di prendere delle bottiglie di champagne e mi ha strappato dalle mani il borsello con il denaro”, racconta Mora. “Subito hanno fatto irruzione tante donne, all’improvviso urlavano: “Via, via c’è la polizia”, udivamo colpi di arma da fuoco, sono intervenuti altri uomini di corsa. Ci hanno malmenato e poi tutti insieme, a spintoni, ci hanno cacciato via dal campo”.

A quel punto Mora è tornato a casa a mani vuote. “Non ho denunciato perché temevo che a causa della mia notorietà il fatto mi si ritorcesse contro”, ha spiegato. Ma ad attenderlo c’era una seconda aggressione. I 40mila euro, infatti, non erano suoi. Così chi glieli aveva prestati li voleva indietro. Lo ha minacciato per riaverli. “Avevo paura”, ha detto Mora agli inquirenti. “Si presentava sempre con cinque o sei uomini (…). Ho chiesto la somma in prestito a mio figlio e ho pagato”.

Alla fine, comunque, l’ex agente dei vip ha sporto denuncia. Ne è nata un’indagine per estorsione nella quale Mora è vittima, durante la quale la Procura di Milano ha individuato e indagato il presunto estorsore in una complessa vicenda che ha coinvolto anche un amico dell’agente.