Lombardia “aperta” dal 1° giugno. Il viceministro Sileri: “Penso i lombardi potranno uscire dalla Regione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2020 11:41 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2020 11:41
Lombardia "aperta" dal 1° giugno. Il viceministro Sileri: "Penso i lombardi potranno uscire dalla Regione"

Lombardia, dal 1 giugno si potrà uscire dalla regione (Ansa)

ROMA – “Penso che dal primo giugno ci sarà possibilità di spostarsi da una regione all’altra. E secondo me sarà possibile uscire anche dalla Lombardia”.

Così Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.

“A fine mese maggiore libertà”

“Dal 18 maggio faremo un passo avanti e di questo ne sono sicuro e per fine mese ci sarà maggiore libertà”.

Al momento, “ci sono 12 regioni che hanno meno di 12 infetti”, ha sottolineato.

“Ultimi dati Lombardia falsati”

Riferendosi poi ai dati della Lombardia di ieri, Sileri dichiara che “erano falsati”.

“Ovviamente – precisa il viceministro – non posso garantire oggi la libertà del movimento fra diverse regioni perché è un momento di osservazione.

E’ una fase 2 molto iniziale e ci sono 12 regioni che hanno meno di 12 infetti. È come se all’Italia fosse stata data una lettera di dimissioni dopo una brutta malattia, adesso ha un periodo di convalescenza di due settimane”.

È un “momento di osservazione e di preparazione.

Noi – conclude – dobbiamo essere pronti a non farci prendere alle spalle da eventuali altri contagi”.

Bonaccini: “Ok 1 giugno spostamenti tra Regioni”

“Il primo giugno mi sembra una data ragionevole per riaprire agli spostamenti tra regioni.

Ma spetterà al governo decidere, com’è giusto che sia. Noi avevamo chiesto autonomia decisionale solo sulle riaperture del 18, e l’abbiamo ottenuta.

Credo con decisione lungimirante”.

Così il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini a la Repubblica. (fonti Ansa, Radio Capital e Repubblica)