Maltempo, albero cade e uccide un uomo a Napoli. Il Po torna a gonfiarsi, a Venezia allerta acqua alta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Dicembre 2019 10:23 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2019 13:54
Maltempo, albero cade e uccide un uomo a Napoli. Il Po torna a gonfiarsi, a Venezia allerta acqua alta

Acqua alta a Venezia (foto ANSA)

ROMA – Un uomo di 62 anni è morto a Napoli, schiacciato da un albero di grosse dimensioni che si è abbattuto al suolo. E’ accaduto intorno alle 7 di questa mattina, 22 dicembre, in via Nuova Agnano, alla periferia occidentale della città. L’uomo, di nazionalità marocchina, è stato soccorso dal 118 ma in ospedale i medici hanno potuto solo constatarne il decesso. La vittima si chiamava Mohamed Boulhaziz, presente da anni in maniera regolare sul territorio italiano. Risiedeva a Maddaloni (Caserta) e lavorava come commerciante. La bufera di vento che ha colpito la Campania nelle prime ore del mattino ha provocato la caduta di numerosi altri alberi e cartelloni pubblicitari in tutta la città.

Maltempo, nuova frana sulla Costiera Amalfitana 

Una nuova colata di terra e pietra è caduta sulla statale Amalfitana provocando l’interruzione della viabilità in località Vettica, nel comune di Amalfi (Salerno). La strada, al momento, è interrotta e, con ogni probabilità, servirà un bel po’ di tempo per ripristinare la situazione. I carabinieri della locale compagnia e il personale dell’Anas sono al lavoro per capire le modalità d’intervento. L’ennesimo smottamento – il terzo in appena nove giorni – ha reso ancora più complicata la situazione viabilità lungo la statale: Amalfi resta raggiungibile soltanto attraverso il valico di Chiunzi, mentre Positano tramite la statale sorrentina o via Agerola. Interruzioni si registrano anche in località Capo d’Orso nel comune di Maiori e a Cetara. Al momento, fa sapere l’Anas, la strada è chiusa dal km 27,400 (Amalfi) al km 49,500 (Vietri sul Mare). Questa mattina, intanto, il prefetto di Salerno, Francesco Russo ha effettuato un sopralluogo nel tratto in cui ieri sera è caduta la frana che ha tenuto bloccati in albergo per ore oltre 200 invitati di un matrimonio. I vigili del fuoco, insieme al personale dell’Anas, sono al lavoro per provare a rimettere in sicurezza il costone e liberare la carreggiata da fango e detriti. A Sarno ieri sera è stata disposta l’evacuazione di cinque famiglie a causa del distacco di un lastrone di breccia cementato. A Salerno in nottata sono caduti alberi in via Palestro e via Vernieri, alcuni dei quali hanno danneggiato auto in sosta.

Maltempo, torrente esonda nel Pistoiese: allagate anche case

Le piogge abbondanti hanno provocato la rottura di alcuni argini e tracimazioni di torrenti nel Pistoiese. Il particolare il torrente Acqualunga, affluente dell’Ombrone, ha rotto l’argine sinistro su via di Garcigliana a Agliana (Pistoia): l’acqua si è unita a quella del Settola, allagando la zona industriale e interessando anche alcune abitazioni i cui residenti sono stati invitati a salire ai piani superiori come spiegato dal governatore Enrico Rossi che insieme all’assessore all’ambiente Federica Fratoni ha tenuto un briefing sulla situazione. In totale sono una sessantina le frane su strade comunali e provinciali e una decina gli allagamenti più importanti, secondo quanto spiegato sempre da Rossi. Per l’Arno il colmo della piena è previsto a Firenze per il primo pomeriggio ma dovrebbe rimanere sotto il secondo livello di guardia, e in nottata a Pisa dove potrebbe essere aperto lo scolmatore. Ma la situazione, ha spiegato Rossi, non è paragonabile all’emergenza del 17 novembre scorso. Problemi poi sulla costa per il vento: 163 fino alle 11 gli interventi segnalati dai vigili del fuoco, tanti gli alberi caduti e bloccati i collegamenti con le isole. Attenzione anche per le mareggiate: onde alte fino a cinque metri a Gorgona e l’allerta arancione è valida fino a domani. “Domani, quando avremo il bilancio del maltempo anche sulla costa aggiorneremo lo stato di emergenza regionale già proclamato ieri per il crollo verificatosi sulla Cassia nel Senese”. Già convocata una riunione. Il tempo è comunque in miglioramento e non dovrebbe piovere almeno fino a Natale. (ANSA).

Maltempo, forte mareggiata e alberi caduti su litorale romano

Una forte mareggiata sta sferzando il litorale romano. Particolarmente critica la situazione a Fregene sud, dove l’acqua ha circondato le strutture balneari e sulle dune di Focene aggredite dalle onde. Il vento, che a tratti supera anche i 100 chilometri orari, sta provocando problemi anche agli alberi, alcuni caduti in giardini di abitazioni private a Fregene, a strutture e palizzate, oltre che a trascinare detriti sulle strade. Al Passo della Sentinella, nella zona abitata alla foce del Tevere, a Fiumicino, una persona è stata soccorsa a causa delle mareggiate che ne avevano allagato la casa. Il cimitero di via Portuense è stato chiuso a causa del crollo di un albero. Un albero è caduto in viale Traiano all’altezza del Ponte 2 Giugno; a Parco Leonardo sono volati calcinacci dal cantiere in corso; a Largo Formichi un albero caduto ha invaso la carreggiata; il semaforo all’incrocio tra viale di Porto e via della Veneziana è stata abbattuto e anche i semafori sul viadotto di via dell’aeroporto risultano danneggiati. Un grosso ramo ha invece invaso la carreggiata di via Casale S.Angelo. Un albero è caduto anche a Ladispoli. L’amministrazione comunale di Fiumicino “invita alla prudenza, poiché il vento di burrasca proseguirà anche nelle prossime ore”. In azione, per interventi e monitoraggio, Protezione civile e polizia locale di Fiumicino.

Maltempo, a Francolise alcune case evacuate con battelli

A Francolise (Caserta), nella frazione Ciamprisco, i pompieri hanno dovuto usare dei battelli per arrivare alle abitazioni da evacuare, rimaste isolate per l’acqua. E’ stata una notte di intenso lavoro per i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Caserta, che hanno effettuato, con tutte le squadre disponibili nei vari distaccamenti, numerosi in tutto il territorio casertano; i pompieri hanno soccorso automobilisti bloccati in auto, sono intervenuti per rimuovere gli alberi caduti sulla sede stradale, i cartelloni abbattuti dal vento. Numerosi gli interventi anche per frane e allagamenti, soprattutto nell’Alto-Casertano.

Maltempo, mare in burrasca: fermi collegamenti Golfo Napoli

Ischia e Procida isolate a causa del mare in burrasca, mentre da Capri un solo traghetto è riuscito a partire alle 8 prima dello stop a tutte le linee. Le compagnie di navigazione non prevedono una ripresa rapida delle corse ed è dunque verosimile che il blocco dei collegamenti marittimi si protragga per tutta la giornata. A Pozzuoli, l’approdo più vicino ad Ischia e Procida, diverse decine di persone attendono da ieri sera di imbarcarsi: sono isolani che tornano a casa per le feste e turisti che hanno scelto le isole per le vacanze natalizie. Situazioni simili ad Ischia Porto e Marina Grande, con numerosi passeggeri in attesa nelle stazioni marittime del primo mezzo in partenza.

Maltempo: salvati 4 automobilisti in strada allagata a Livorno

Quattro automobilisti sono stati messi in salvo dai vigili del fuoco a Livorno dopo che lungo la via Firenze le loro auto erano rimaste intrappolate dall’acqua che ha invaso la sede stradale per le abbondanti piogge della notte. Proprio a causa della pioggia, in città si sono verificati allagamenti in numerosi punti. Vento forte e pioggia hanno inoltre provocato un ingrossamento dei fossi e dei corsi d’acqua, anche se al momento non si sono verificati problemi. Sempre a causa del maltempo e in particolare per le mareggiate causate dal vento forte – che ha raggiunto raffiche superiori ai 110 chilometri all’ora – la polizia municipale ha deciso di chiudere al traffico il lungomare della città.

Maltempo, bufera vento a Napoli: container schiaccia automezzo rifiuti

Alberi divelti, cartelloni pubblicitari abbattuti e persino un container finito su un automezzo per la raccolta dei rifiuti. E’ lunghissimo l’elenco dei danni prodotti a Napoli dalla bufera di vento che ha colpito stamane la città. A Ponticelli, nella zona orientale, un container impilato su altre strutture è caduto, travolgendo un autocompattatore dell’Asia, l’azienda per la raccolta dei rifiuti: illeso l’autista, ricoverato in ospedale per lo shock. Molti gli alberi caduti sul tracciato della tangenziale di Napoli, per fortuna senza travolgere auto. In via Santa Teresa al Museo si è abbattuta l’insegna di un distributore di benzina, con relativo palo metallico alto vari metri, anche in questo caso senza coinvolgere persone. 

Maltempo, allerta acqua alta a Venezia

Si è fermata a 120 centimetri sul medio mare alle ore 10.00 l’acqua alta registrata stamani sulla laguna di Venezia. Una marea sostenuta ma che non ha toccato il picco di 130 centimetri previsto per le 10.30. Si è trattato – come spiega l’Ufficio previsioni maree del Comune – dell’effetto portato dal vento, che è “ruotato” da Scirocco a Bora spostando ed evitando la combinazione con gli effetti della “sessa”, l’oscillazione sull’alto Adriatico. In mare, sul mareografo situato alla Bocca di porto del Lido, si sono registrati 129 centimetri. Dal pomeriggio le condizioni meteorologiche sono date in miglioramento. Per domani la previsione è di un altro picco di marea a 140 centimetri, alle ore 9.25, per la combinazione della marea astronomica e della sessa. (ANSA).

Maltempo, straripa torrente nel Pisano: automobilista salvato

Un automobilista è stato tratto in salvo stamani dai vigili del fuoco a San Miniato (Pisa) perché era rimasto intrappolato su un ponticello in località Serra in seguito allo straripamento di un corso d’acqua per le intense piogge delle scorse ore. L’allarme è scattato intorno alle 6: il conducente dell’auto non ha riportato danni. Il tratto stradale è stato chiuso al traffico. Disagi si sono verificati anche nel resto della provincia di Pisa, da Volterra al mare, per le forti raffiche di vento che hanno spezzato rami e portato detriti sulle sedi stradali. Sull’Aurelia, tra Pisa e Livorno, un grosso ramo si è spezzato e ha travolto un’auto in transito: miracolosamente illesa la conducente. Danni anche a Madonna dell’Acqua per una piccola tromba d’aria. Complessivamente su tutto il territorio sono una quarantina le richieste di intervento pervenute nel corso della notte alla sala operativa dei vigili del fuoco.

Maltempo, torna a gonfiarsi il Po. A Cremona criticità gialla

Il fiume Po torna a far paura sull’asse Cremona-Mantova. A Cremona il livello è 1,77 sopra lo zero idrometrico e le previsioni non sono buone. L’Aipo ha avvisato che “le precipitazioni delle ultime ore e l’innalzamento dei livelli di diversi affluenti porteranno a un incremento dei valori del fiume Po nel tratto mediano, dove si prevede il superamento della soglia 1 di criticità (ordinaria, colore giallo) nell’arco delle prossime 24 ore lungo il tratto tra Piacenza a Borgoforte”.

Il superamento della soglia 1 potrà verificarsi già nel corso della giornata di oggi nei rami del delta, a causa dei livelli sostenuti della marea. Aipo in coordinamento con i sistemi regionali e locali di protezione civile ha aumentato  la vigilanza sugli affluenti emiliani, in particolare sul torrente Enza e sul fiume Secchia.

Maltempo, frana su Aurelia tra Chiavari e Rapallo: un ferito

Una frana, probabilmente a causa delle piogge che hanno interessato la zona anche stanotte, si è staccata nella notte dal versante roccioso, ostruendo l’accesso alla galleria delle Grazie, a Zoagli, sull’Aurelia, tra Chiavari e Rapallo (Ge). Sul posto vigili del fuoco, tecnici Anas e carabinieri. Una donna, provenendo da Rapallo alla guida della sua auto, non si sarebbe accorta che l’uscita della galleria era bloccata ed è finita contro il muro di detriti caduto. A soccorrerla il 118 e la Croce Bianca di Rapallo che l’hanno trasportata in codice giallo all’ospedale di Lavagna. Al momento, l’unica strada tra Rapallo e Chiavari è l’A12, dove per altro si trovano restringimenti di carreggiata per lavori. 

Maltempo, il Sieve esonda nel Fiorentino

Il fiume Sieve è esondato per un tratto a Ponte a Vico, nel comune di Pontassieve (Firenze). Lo rende noto lo stesso Comune su Fb spiegando che è stata di conseguenza chiusa via Colognolese. “Personale della protezione civile sta monitorando la situazione” scrive ancora l’amministrazione.

Maltempo, torrente sotterraneo ‘solleva’ piazza paese nell’Avellinese

Evacuate alcune famiglie nel centro storico di San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino, dopo le abbondanti e violenti piogge delle ultime ore.
La piazza principale del paese è in condizioni di dissesto a causa delle acque sotterranee di un torrente ‘tombato’ negli anni scorsi, il cui livello è cresciuto a dismisura sollevando il manto stradale.
Bilancio pesante anche nel Vallo di Lauro. A Moschiano, nella frazione San Michele, è franato un costone collinare. Per precauzione alcune famiglie che abitano in zona sono state evacuate. A Forino una frana ha invaso le carreggiate di due strade provinciali mentre a Montoro uno smottamento con un fronte di 15 metri ha invaso la strada che collega a Contrada e Avellino.(ANSA).

Maltempo: a Roma chiusi parchi, cimiteri e ville storiche

A seguito dell’allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio, la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza per la chiusura di tutti i parchi, cimiteri e ville storiche nella giornata di domenica 22 dicembre 2019. E’ quando si legge sul sito di Roma Capitale.

Fonti: ANSA – AGI.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.