Maturità 2014, toto-tracce prima prova: Pascoli, papa Francesco, Facebook…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2014 - 11:35 OLTRE 6 MESI FA
Maturità 2014, toto-tracce prima prova: Pascoli, papa Francesco, Facebook...

Maturità 2014, toto-tracce prima prova: Pascoli, papa Francesco, Facebook…

ROMA – Maturità 2014, al via il toto-traccia: da Giovanni Pascoli a papa Francesco, dai dieci anni di Facebook a Luigi Pirandello, sono molti i temi papabili per la prima prova dell’esame di Stato. 

Secondo sei studenti su dieci, dice un sondaggio di Skuola.net, le tracce si orienteranno sulla letteratura contemporanea. In rete uno dei nomi che più circolano è quello del colombiano Gabriel Garcia Marquez, il premio Nobel della letteratura recentemente scomparso.

Altri nomi gettonati per l’analisi del testo della prima prova, secondo studenti e professori sentiti da Repubblica, sono Giovanni Pascoli, Pier Paolo Pasolini, Luigi Pirandello (che non esce dal 2003), Gabriele D’Annunzio e Umberto Saba.

Da escludere, secondo i pronostici, Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Dante, Cesare Pavese, Italo Svevo e Primo Levi. 

Spiega Repubblica:

“Per quanto riguarda le tipologie B (saggio breve o articolo di giornale), C (tema di argomento storico) e D (tema di ordine generale) della prima prova, le possibilità sono ancora più ampie, tenendo presente che la stessa tipologia B prevede al suo interno quattro tracce diverse (ambito artistico-letterario, ambito socio-economico, ambito storico-politico, ambito tecnico-scientifico). L’argomento più gettonato di tutti, però, sembra essere l’Europa, a maggior ragione dopo le ultime elezioni per il Parlamento di Strasburgo e l’ondata euroscettica registrata soprattutto in Francia e Regno Unito.

Ma tra studenti e professori circolano molto anche altre ipotesi, come l’impatto dei social network (anche perché di recente si sono festeggiati i dieci anni di Facebook, anche se nel 2009 c’era una traccia simile), l’Olocausto e l’antisemitismo oggi nel mondo (la cui minaccia è tornata agghiacciante dopo l’ultimo attentato al museo ebraico di Bruxelles), la Prima guerra mondiale (quest’anno si celebra il centenario) e la Seconda guerra mondiale, la crisi e i giovani (anche se questo tema è già stato toccato nel 2012)”.

E ancora: l’omicidio Kennedy e altri assassinii politici, la morte di Nelson Mandela, storia e attualità della Russia, le ultime catastrofi naturali in Italia e nel mondo, la televisione in Italia a 60 anni dall’esordio della Rai, l’impatto mediatico di Papa Francesco.