Meteo Ferragosto: weekend con ultime piogge, da martedì arriva nuova ondata di caldo africano

Da martedì 16 agosto torna l'anticiclone africano, è la sesta ondata di caldo dal 10 maggio.

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Agosto 2022 - 16:40| Aggiornato il 14 Agosto 2022
Meteo Ferragosto: weekend con ultime piogge, da martedì arriva nuova ondata di caldo africano

Meteo Ferragosto: weekend con ultime piogge, da martedì arriva nuova ondata di caldo africano

Ultimo weekend di piogge, mentre da martedì è in arrivo una nuova ondata di caldo. Prosegue fino a Ferragosto la fase di tempo instabile accentuata dalla discesa di un vortice di aria fresca dall’Ucraina. Nelle prossime ore il maltempo si sposterà però verso l’Albania e già da questa sera si porterà fuori dall’Italia definitivamente.

Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, indica un deciso miglioramento delle condizioni meteo ed il ritorno alla vera Estate agostana fin da domenica: la giornata trascorrerà con pieno sole quasi ovunque, ad eccezione delle estreme regioni meridionali dove al mattino avremo ancora momenti di incertezza con nubi e locali rovesci.

Meteo Ferragosto, una perturbazione dalla Francia

Per Ferragosto una perturbazione transiterà dalla Francia centrale verso la Svizzera e la Foresta Nera: durante questo percorso porterà degli acquazzoni anche sul Nord Italia, a tratti anche su Toscana, Umbria e nord Marche. In sintesi, ben due terzi degli italiani godranno di tempo buono, il restante vedrà qualche temporale ma in un contesto di temperature ancora accettabili.

Previsioni meteo, dal 16 agosto torna il caldo africano

Già da martedì però, avverte il meteorologo, arriverà la sesta ondata di caldo africano con interessamento più deciso del Centro-Sud: toccheremo nuovamente valori prossimi ai 37-38°C ma con un tasso d’umidità maggiore.

Al momento, spiega, la durata di questa sesta ondata sembra piuttosto breve, con il rientro verso temperature meno asfissianti già nel weekend 20-21 agosto.

Dal 10 maggio sono ben cinque le ondate di calore marino che hanno causato un aumento vertiginoso delle temperature del Mediterraneo con valori anche di 5-6°C oltre la media: il Mare Nostrum si è scaldato fino a 29-30°C, come il Mar dei Caraibi o il Mar Rosso.