Milano, tenta di far esplodere il palazzo e poi si impicca: in casa 2 taniche di benzina e 4 bombole di gas

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2018 21:02 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 1:56
Milano, tenta di far esplodere il palazzo e poi si impicca: vigili del fuoco evitano strage (foto d'archivio Ansa)

Milano, tenta di far esplodere il palazzo e poi si impicca: vigili del fuoco evitano strage (foto d’archivio Ansa)

MILANO – Giuseppe Pace, un 50enne di San Vittore Olona, alle porte di Milano, ha dato fuoco al divano vicino al quale aveva messo due taniche di benzina e quattro bombole del gas. Poi si è impiccato. Tutto è avvenuto intorno alle 16 di lunedì 17 settembre in una palazzina in via Matteotti.
A evitare la strage sono stati i vicini di casa, che hanno sentito odore di bruciato e rapidamente chiamato i vigili del fuoco. L’intervento immediato dei pompieri ha evitato quella che poteva essere una strage.

L’uomo soffriva da tempo di depressione a causa della separazione dalla moglie.

Quando i pompieri sono entrati, dopo aver staccato la luce come da protocollo in caso di incendi, hanno scoperto le due taniche di benzina e le quattro bombole di gas nel suo salotto, una delle quali collegata a una lampada del salotto. Se qualcuno avesse attivato l’interruttore, avrebbe fatto saltare tutto.

Le fiamme appiccate dall’uomo prima di uccidersi, impiccandosi in balcone dove i soccorritori lo hanno trovato, non sono divampate così velocemente da raggiungere la benzina o le bombole.