Milano: uccide la moglie sparandole alla testa, poi si uccide

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 marzo 2014 8:41 | Ultimo aggiornamento: 3 marzo 2014 9:05
 Milano: uccide la moglie sparandole alla testa, poi si uccide

Milano: uccide la moglie sparandole alla testa, poi si uccide

MILANO – Prima ha sparato alla testa della moglie. Poi, con la stessa arma, si è ucciso nello stesso modo. Caso di omicidio-suicidio a Milano accaduto nella notte tra il 2 e il 3 marzo in un appartamento di via Osma, quartiere San Siro.

Un consulente per case farmaceutiche di 72 anni, ha ucciso la moglie, una farmacista in pensione di 70, sparandole un colpo alla testa con una pistola con la quale si è poi a sua volta tolto la vita colpendosi alla testa.

L’uomo si chiamava Mario Nati, la moglie Giovanna Bicchierari. Attorno alle 2.30 il figlio ha ricevuto un sms dal padre, in cui si manifestava l’intenzione di farla finita da parte dei genitori, ed è subito andato a casa loro nel quartiere Bonola. Per entrare nella casa, chiusa dall’interno, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. In base ai primi accertamenti, moglie e marito sono stati ritrovati uno a fianco all’altro nel letto.

L’uomo ha utilizzato una pistola calibro 22. Vicino sono stati trovati dei biglietti in cui la coppia affermava di volere uccidersi per motivi economici e di salute.

Il caso ricorda quanto accaduto, solo pochi giorni fa a Pantigliate, piccolo centro non lontano da Milano.