Minerbe (Verona), genitori non possono pagare la mensa: alla figlia tonno e cracker a pranzo

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 aprile 2019 11:48 | Ultimo aggiornamento: 8 aprile 2019 11:48
Minerbe (Verona), genitori non possono pagare la mensa: alla figlia tonno e cracker a pranzo

Minerbe (Verona), genitori non possono pagare la mensa: alla figlia tonno e cracker a pranzo (Foto archivio Ansa)

VERONA  –  I genitori non sono in regola con i pagamenti della mensa. E così alla loro figlia a pranzo vengono dati un pacchetto di cracker e una scatoletta di tonno. 

E’ accaduto alla scuola elementare Giacomo Zanella di Minerbe (Verona), riferisce il quotidiano L’Arena, che spiega come la scelta di servire tonno in scatola sia stata “concordata tra i gestori della mensa e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Girardi, iscritto alla Lega, dopo che il Comune aveva più volte sollecitato invano la famiglia della piccola a mettersi in regola con i pagamenti della retta”.

In due casi la piccola si era vista servire comunque i pasti come i compagni, ma al terzo giorno si è trovata davanti cracker e tonno. Ed è scoppiata a piangere. 

Non si tratterebbe della prima volta. Casi analoghi si sarebbero verificati anche alla fine del 2018, scrive L’Arena. “Non è giusto che una bambina paghi le colpe dei genitori”, ha confidato una maestra al quotidiano veneto. “Qualche volta è capitato che le insegnanti rinunciassero al proprio pasto per darlo ai bambini indigenti”.

Per Massimo Momi, vicesindaco con delega alle politiche famigliari, si sarebbe trattato di un caso limite: “Umanamente siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto. Si è trattato di un caso limite, ma dobbiamo essere corretti anche nei confronti di tutte le famiglie che pagano regolarmente la mensa”. (Fonte: L’Arena)