Cronaca Italia

Omicidio Roberto Puppo, il padre: “Mio figlio si fidava di Fabio Bertola”

Omicidio Roberto Puppo, il padre: "Mio figlio si fidava di Fabio Bertola"

Roberto Puppo

BERGAMO – Processo per l‘omicidio di Roberto Puppo, parla il padre, Antonio Puppo: 

“Mio figlio si fidava ciecamente di Fabio Bertola: gli aveva assicurato che per il viaggio in Brasile avrebbero pensato a tutto loro, perché lui non aveva i soldi”.

Bertola, 44 anni, è l’architetto-immobiliarista di Verdellino in carcere con l’accusa di omicidio per aver fatto uccidere Puppo, 41 anni, operaio di Osio Sotto trovato morto nel 2010 in Brasile.

Nella sua deposizione, riferisce l’Eco di Bergamo, Antonio Puppo ha raccontato di come suo figlio gli

“diceva di essersi rovinato affidando dei soldi per un investimento: sospetto che quella persona fosse proprio Bertola. Lo considerava un amico ma non è nemmeno venuto al suo funerale”.

Lunedì 3 febbraio avrebbe dovuto deporre anche la madre di Roberto Puppo, Anna Prospero, ma durante il processo è svenuta.

 

To Top