Papa Francesco: “Se convento lavora come hotel paghi tasse”

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2015 16:20 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 16:28
Papa Francesco: "Se convento lavora come hotel paghi tasse"

Papa Francesco: “Se convento lavora come hotel paghi tasse”

CITTA’ DEL VATICANO – “Un collegio religioso, essendo religioso, è esente dalle tasse, ma se lavora come albergo è giusto che paghi le imposte”. Lo ha detto papa Francesco  in un’intervista a una radio portoghese.

Sull’accoglienza dei migranti, ha fatto presente il Papa, “alcune congregazioni dicono: ‘No, ora che il convento è vuoto faremo un hotel, un albergo: possiamo ricevere gente e con ciò ci manteniamo e guadagniamo denaro’. Bene, se desideri questo – dice Papa Francesco – paga le imposte. In caso contrario, il business non è pulito”.

“Le posso dire la verità? Dormo come un tronco”. Così, ridendo, il Papa ha risposto alla giornalista della radio cattolica portoghese Renascenca, Aura Miguel, che gli chiedeva cosa gli togliesse il sonno. Alla radio portoghese il Papa ha concesso una intervista ad ampio raggio, – spaziando dai giovani, alla famiglia, alla Chiesa incidentata, alla accoglienza ai migranti – che la giornalista ha concluso con alcune domande nette, con altrettante risposte rapide.

Alla domanda “Cosa la fa correre?”, il Papa ha risposto: “quando ho molto lavoro”. Alla domanda “come e dove le piacerebbe morire, ha replicato: “Dove Dio chiede, seriamente, e quando Dio chiede”. “Quando ero più giovane la immaginavo più noiosa – ha replicato ridendo, interpellato sulla eternità – Ora penso che sia un mistero di incontro. E così inimmaginabile, però deve essere molto bello, molto felice, incontrarsi con il Signore”.