“Posti letto tagliati del 50%”. Sconto farmacie dal 3,65 al 2,25: cambio 2013

Pubblicato il 28 luglio 2012 9:03 | Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2012 11:22

farmacieROMA – Taglio dei posti letto negli ospedali pubblici ”per una quota non inferiore al 50%”, mentre il provvedimento inizialmente parlava del 40%. Sconti per le farmacie limati e cambi a partire dal 2013.

La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento dei relatori al dl sulla spending review che mantiene gli sconti a carico di Farmacie e aziende, leggermente diversi. Il sistema cambia dal 2013. ”L’attuale sistema di remunerazione della filiera distributiva del farmaco” sarà sostituito ”da un nuovo metodo” che sara’ definito dal Ministero di concerto con i soggetti interessati e le ”maggiori associazioni di categoria”.

L’articolo sulla sanità e sulla spesa farmaceutica ha bloccato per ore i lavori della commissione. Il testo approvato prevede una limatura degli sconti a carico delle Farmacie che scendono dal 3,65 al 2,25, mentre quelli a carico delle aziende scendono dal 6,5% al 4,1%. Poi dal 2013 dovrà partire il nuovo ”sistema di remunerazione della filiera”.

Questo punto, frutto di una proposta di Paolo Tancredi (Pdl) ha sbloccato la trattativa. Il tetto della spesa farmaceutica territoriale viene ritoccato all’11,35% rispetto all’11,5% previsto dal testo originario del decreto.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other