Potenza, Luigi Doti colpito da una testata e morto 3 giorni dopo. C’è un indagato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2019 13:53 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2019 13:53
Potenza, Luigi Doti colpito da una testata e morto 3 giorni dopo. C'è un indagato

Potenza, Luigi Doti colpito da una testata e morto 3 giorni dopo. C’è un indagato (Foto Ansa)

POTENZA – Un giovane di 27 anni è indagato per omicidio preterintenzionale in conseguenza della morte, avvenuta lo scorso 27 dicembre, a Potenza, di Luigi Doti, di 37 anni, che era il presidente di un Comitato di cittadini di Bucaletto (il quartiere di prefabbricati nato dopo il terremoto del 1980), colpito con una testata in un bar della città. Il fatto – riportato dai giornali locali – è avvenuto alla vigilia di Natale: l’indagato, per motivi banali, avrebbe colpito Doti con una testata.

Sulla morte dell’uomo sono in corso ulteriori indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, da parte della Polizia. La mattina del 27 dicembre, gli operatori del 118 “Basilicata soccorso”, intervenuti nell’abitazione dell’uomo, ne hanno constatato la morte e hanno accertato la presenza di un ematoma sull’arcata sopraciliare sinistra, causata – secondo quanto riferito dai famigliari che, comunque, non hanno presentato alcuna denuncia – dalla testata ricevuta. Da qui sono cominciate le indagini della Polizia.

Sul cadavere dell’uomo, il 28 dicembre, nell’ospedale San Carlo di Potenza, è stata eseguita l’autopsia per accertare se la morte è avvenuta per cause naturali o in conseguenza del colpo subito. Ieri pomeriggio, intanto, sono stati celebrati i funerali del 37enne. (Fonte Ansa).