Processo Parmalat alle banche: l’iPad debutta in Aula

Pubblicato il 1 Dicembre 2010 21:14 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2010 21:15

L’iPad debutta in un’Aula di giustizia, nella fattispecie nel processo Parmalat. A Milano è in corso il processo alle banche che, secondo l’accusa, avrebbero raccontato bugie ai propri clienti sulle azioni Parmalat, spacciandole per buoni affari quando in realtà sapevano che il gruppo guidato da Calisto Tanzi era vicino al crac.

L’inchiesta è complessa, i documenti sono molti e così il procuratore aggiunto Francesco Greco arriva in Aula con un iPad fiammante. Tanzi è stato condannato a 13 anni per il caso Parmalat e ora tocca alle banche che sarebbero state “complici” di Tanzi. Fino a ieri i pm doveno portare in Aula i faldoni con un carrello, ora per sfogliare i documenti basta la tavoletta della Apple.