Riscaldamento, Italia divisa in sei zone: ecco quando possono accendere i termosifoni

Tra le tante misure nel piano l'Italia è stata anche divisa in sei zone definite in base alla media delle temperature giornaliere. A seconda della zone si potranno accendere i riscaldamenti per più ore al giorno.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2022 - 11:17 OLTRE 6 MESI FA
Riscaldamento, Italia divisa in sei zone: ecco quando possono accendere i termosifoni

Riscaldamento, Italia divisa in sei zone: ecco quando possono accendere i termosifoni (foto Ansa)

Il ministero della Transizione ecologica in queste ore ha reso noto il piano per “prepararsi a eventuali interruzioni delle forniture di gas dalla Russia”. 

Tra le tante misure nel piano l’Italia è stata anche divisa in sei zone definite in base alla media delle temperature giornaliere. A seconda della zone si potranno accendere i riscaldamenti per più ore al giorno.

Le fasce

  • Zona A: ore 5 giornaliere dal 8 dicembre al 7 marzo;
  • Zona B: ore 7 giornaliere dal 8 dicembre al 23 marzo;
  • Zona C: ore 9 giornaliere dal 22 novembre al 23 marzo;
  • Zona D: ore 11 giornaliere dal 8 novembre al 7 aprile;
  • Zona E: ore 13 giornaliere dal 22 ottobre al 7 aprile;
  • Zona F: nessuna limitazione.

Tra le località più calde, per esempio, rientrano ad esempio Lampedusa e Linosa, in Sicilia. Qui si potranno accendere i riscaldamento per un massimo di cinque ore.

Invece in quelle più fredde, ad esempio Bressanone, in Alto Adige, o Courmayer, in Valle d’Aosta ovviamente non è prevista alcune restrizione.

zone italia termosifoni riscaldamento

Le zone climatiche italiane

Docce, fuoco, lavastoviglie, frigorifero e lampadine

Tra i comportamenti da promuovere il Mite consiglia poi la riduzione della temperatura e della durata delle docce, l’utilizzo anche per il riscaldamento invernale delle pompe di calore elettriche usate per il condizionamento estivo, l’abbassamento del fuoco dopo l’ebollizione e la riduzione del tempo di accensione del forno, l’utilizzo di lavastoviglie e lavatrice a pieno carico, il distacco della spina di alimentazione della lavatrice quando non in funzione, lo spegnimento o l’inserimento della funzione a basso consumo del frigorifero quando in vacanza, la riduzione delle ore di accensione delle lampadine.