Roccamorice, incidente durante l’arrampicata: finisce in rianimazione e viene multata perché…era zona rossa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Gennaio 2021 10:38 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2021 10:38
Roccamorice, incidente durante l'arrampicata: finisce in rianimazione e viene multata perché...era zona rossa

Roccamorice, incidente durante l’arrampicata: finisce in rianimazione e viene multata perché…era zona rossa (Foto Ansa)

Una donna ha un incidente durante un’arrampicata a Roccamorice, finisce in Rianimazione e viene multata. Sì, proprio così. Multa per aver violato il Decreto Natale. Non poteva uscire dal proprio Comune in zona rossa. Anche se vive a Pescara e a Pescara città non si può arrampicare.

Incidente a Roccamorice durante arrampicata: donna ferita e multata

Viola le disposizioni del Decreto Natale finisce in prognosi riservata al reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pescara. A causa di un incidente durante una arrampicata a Roccamorice (Pescara). Protagonista dell’episodio una donna di 61 anni residente con la famiglia a Pescara. Che verrà sanzionata per inosservanza della zona rossa, così come il marito e il figlio. I tre il 3 gennaio non potevano infatti compiere l’escursione in quanto fuori dal comune di residenza senza valido motivo.

Verranno sanzionati anche gli altri quattro escursionisti presenti in zona, e che hanno dato per primi l’allarme sentendo le urla della donna e dei familiari, per inosservanza al Decreto in quanto si trovavano anche loro fuori dal Comune di residenza. Sull’accaduto indagano i carabinieri. 

Villacidro, foto del Capodanno in strada: multati

Hanno pubblicato su Facebook la foto dei loro festeggiamenti di Capodanno in strada, nonostante non dovessero nemmeno uscire di casa. E proprio quello scatto, fatto a mezzanotte per salutare il nuovo anno, gli è costato caro. Un 25enne, un 24enne, un ragazzo di 20 anni e una loro amica di 19 tutti di Villacidro, nella provincia del Sud Sardegna, adesso dovranno pagare ciascuno la multa di 400 euro per aver violato la normativa entrata in vigore per frenare la diffusione del coronavirus.

I quattro, dopo aver fatto la foto in via Parrocchia, l’hanno inviata ad alcuni amici e poi l’hanno pubblicata su Facebook. I carabinieri di Villacidro hanno ricevuto alcune segnalazioni sui festeggiamenti all’aperto e hanno recuperato lo scatto incriminato. Sono così riusciti a identificare i quattro e notificare loro la contestazione. (Fonte Ansa)