Roma, botte e naso rotto a 4 ragazzi. “Togliti la maglietta del Cinema America, antifascista”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 16 Giugno 2019 18:40 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2019 8:18

Roma, botte e naso rotto a 4 ragazzi. "Togliti la maglietta del Cinema America, antifascista" 01ROMA – “Hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista, levati subito ‘sta maglietta, te ne devi anda’ via da qua”. E giù bottigliate, pugni, insulti e testate. E’ successo sabato notte a Roma, tra i vicoli di Trastevere. Vittime dell’aggressione quattro ventenni che avevano trascorso la serata in piazza San Cosimato, all’arena del Piccolo America, a vedere “First reformed” col regista Paul Schrader. 

Una serata come tante, i soliti quattro amici insieme, film di qualità, una passeggiata per i vicoli di Trastevere, chiacchiere fino quasi all’alba. Ma verso le 4 la nottata ha preso una brutta piega. In due si avvicinano al gruppo con toni minacciosi. Poi da due sono diventati quattro, quindi una decina. 

“Non siamo riusciti a scappare né a difenderci – spiega oggi David Habib, 20 anni, che ha denunciato l’accaduto e che adesso è ricoverato al Fatebenefratelli – È stato un assalto pieno di violenza. Io non ho acconsentito a togliere la maglietta e la conseguenza è stata una testata sul naso, che domani devo operare d’urgenza. È evidente che avessero già deciso di aggredirci. Abbiamo avuto la sensazione che ci avessero seguito”.

Nonostante il dolore al naso e alla testa, David dice con voce ferma: “Trastevere è un punto di riferimento e luogo di aggregazione per tutti. Non smetteremo di frequentare i territori di questa città liberamente e di rivendicare le nostre idee, come non smetteremo di partecipare alle proiezioni a San Cosimato e indossare la maglietta del Cinema America”. A un altro ragazzo che era con David sono stati messi tre punti sul sopracciglio a causa di una ferita profonda.

5 x 1000

Anche il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti twitta sull’accaduto: “Siamo tutti il Piccolo America. Dalla parte dei ragazzi del Cinema America che riempiono di cultura le serate di Roma. Siano al più presto individuati gli squadristi di questa notte. A Roma non si può accettare una violenza così”.

Solidarietà alle vittime dall’Anpi di Roma: “E’ evidente l’appartenenza degli aggressori all’estrema destra fascista. Nessuna aggressione può essere tollerata, è necessaria una risposta ferma e rigorosa al rigurgitare della violenza fascista”. In ospedale oggi, a dare supporto ai due ragazzi ricoverati, c’è Valerio Carocci, presidente del Piccolo America, che non si dà pace per quanto è successo: “Un atto gravissimo in una città e paese allo sbando, questa è una vera e propria aggressione squadrista. Dove la violenza non viene più condannata ma anzi viene difesa e sdoganata come strumento di giustizia da chi ci governa. Ci costituiremo parte civile e sosterremo le spese legali. Non smetteremo di indossare le nostre maglie e lanciamo un appello a affinché si indossi tutti insieme una maglia bordeaux”. (Fonte: Ansa)

Roma, botte e naso rotto a 4 ragazzi. "Togliti la maglietta del Cinema America, antifascista" 01

Roma, botte e naso rotto a 4 ragazzi. "Togliti la maglietta del Cinema America, antifascista"

Roma, botte e naso rotto a 4 ragazzi. “Togliti la maglietta del Cinema America, antifascista”