Roma, Giorgio De Francesco, viceprefetto, investito e ucciso da bus turistico sulle strisce

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2018 15:21 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2018 17:38
Roma, Giorgio De Francesco, viceprefetto, investito e ucciso da un bus turistico in centro

Roma, Giorgio De Francesco, viceprefetto, investito e ucciso da un bus turistico in centro (Foto Ansa)

ROMA – Il viceprefetto Giorgio De Francesco, di 54 anni, è morto investito da un bus turistico nel centro di Roma, in via Cavour. L’incidente è avvenuto alle 11 di mattina di sabato 6 ottobre, all’altezza del civico 221. La dinamica è da accertare. Sul posto per i rilievi la polizia locale del Gruppo I Trevi. Chiusa via Cavour, da Largo Visconti Venosta a via degli Annibaldi.

Sembra che l’uomo stesse attraversando sulle strisce pedonali in compagnia della moglie, rimasta illesa, prima di essere travolto e ucciso dal bus turistico, a pochi passi dai Fori Imperiali. E’ quanto emergerebbe dalle prime testimonianze. La dinamica dell’incidente, però, è ancora da accertare e sono in corso i rilievi della polizia locale proprio per chiarire questo aspetto.

Gli agenti sono in attesa dei risultati degli esami dell’alcol test e di quello tossicologico effettuati sull’autista del pullman. All’esame della polizia anche il “cronotachigrafo”, una sorta di la scatola nera del pullman. 

Un testimone ha raccontato al quotidiano Il Messaggero: “Ho sentito le urla disperate di una donna e mi sono precipitata in strada. Davanti a me c’era una scena terribile. Penso che quell’uomo sia stato trascinato o sbalzato per qualche metro. La moglie non smetteva di urlare, di chiedere aiuto”.

De Francesco era in servizio al ministero dell’Interno. “Pare che attraversasse sulle strisce e fosse quasi al centro della carreggiata quando è stato travolto – ha raccontato al Messaggero la testimone, una negoziante della zona – sulle strisce c’è ancora un ombrello e altri oggetti probabilmente suoi. Il suo corpo invece è finito tra due auto in sosta. Non so come sia stato possibile. Come mai non è stato visto”.