Roma, incendio a Campo dei Miracoli: “Attentato a legalità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2015 10:47 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2015 10:47
Roma, incendio a Campo dei Miracoli: "Attentato a legalità"

Roma, incendio a Campo dei Miracoli: “Attentato a legalità”

ROMA – Un incendio doloso è stato appiccato al Campo dei Miracoli a Roma nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 novembre. L’incendio ha danneggiato alcuni dei crocifissi custoditi in una cappella di legno. “E’ una sfida tra chi distrugge e chi sogna un futuro migliore”, hanno denunciato i responsabili della comunità Calcio sociale.

Rinaldo Frignani sul Corriere della Sera nell’edizione di Roma scrive che l’incendio è divampato intorno alle 3.30 del mattino di venerdì in una cappella di legno che si trova nel complesso sportivo del Campo dei Miracoli, luogo di ritrovo per i giovani di Corviale, un difficile quartiere alla periferia di Roma, dove la comunità si impegna per riportare la legalità. Il locale è stato dichiarato inagibile e i vigili del fuoco hanno trovato delle bottiglie di plastica che avrebbero contenuto del liquido infiammabile. Non ci sono dubbi dunque che l’incendio sia stato doloso. Proprio i responsabili della comunità hanno raccontato:

“«È un attentato alla legalità e alle battaglie per la civilità nel quartiere. Alla vigilia dei lavori nel Serpentone è partita la sfida tra chi brucia e distrugge, e chi sogna un grande progetto di rigenerazione urbana per costruire un futuro di bellezza e giustizia per i nostri ragazzi».

«Anche secondo i vigili del fuoco si è trattato di un incendio doloso… Evidentemente diamo fastidio a chi vuole che Corviale resti com’è», queste le parole amareggiate di Massimo Vallati, il responsabile della struttura chiamata il «Campo dei miracoli», che rappresenta un importante punto di aggregazione, sport e legalità in uno dei quartieri romani ad alto tasso di degrado e criminalità.