“Sabrina Misseri faceva riti satanici”? Concetta Serrano: “Mai detto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2013 19:33 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2013 19:33
sabrinamisseri

Sabrina Misseri

AVETRANA (TARANTO) – ”Non ho mai detto che ‘Sabrina faceva riti satanici’ e che ‘ha ucciso Sarah per farla tacere”’. Lo dichiara in una nota Concetta Serrano Spagnolo, mamma di Sarah Scazzi – la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto 2010, delitto per il quale sono state condannate all’ergastolo in primo grado la cugina Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano – riferendosi ad alcune dichiarazioni a lei attribuite (”ma da lei mai rilasciate”) nei giorni scorsi da organi di stampa.

”Non ho mai detto – prosegue la mamma di Sarah nella nota, diffusa dal legale di famiglia Luigi Palmieri – che ‘mia figlia Sarah aveva scoperto che qui ad Avetrana si celebrano terribili riti satanici, nei quali è coinvolta anche Sabrina’, né tantomeno di essere ‘sicura’ che lì ‘avveniva qualcosa di losco che mia figlia sapeva e non doveva raccontare a nessuno’. E ciò semplicemente – ma fondamentalmente – perché non sono a conoscenza di tali fatti e circostanze”. Concetta Serrano sottolinea che ”in caso contrario, trattandosi di mia figlia e del processo che riguarda la sua tragica fine, non avrei esitato nemmeno un istante nel riferire tali dati ai miei avvocati, alla Procura e alla Corte di assise, quando sono stata sentita, ed in ogni udienza a cui ho partecipato; avvocati, Procura e Corte di assise del cui lavoro, professionalità e serietà non ho mai dubitato”.

La mamma di Sarah spiega così ”l’esigenza di puntualizzare” il suo ”reale” pensiero: ”tutelare me stessa e preservare il corretto andamento del processo in tutti i gradi di giudizio. Tutto ciò – conclude Concetta Serrano – in nome di una verità che io ho sempre incessantemente cercato, nel processo, e, come madre, auspicato di conoscere dalla parola di Sabrina e Cosima”.