Sarah Scazzi: le nuove accuse di Misseri verranno utilizzate dal tribunale del riesame per Sabrina

Pubblicato il 6 Novembre 2010 11:07 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2010 12:15

Sarah Scazzi

Gli atti contenenti le dichiarazioni rese ieri in carcere da Michele Misseri, accusato dell’omicidio della nipote Sarah Scazzi, e i risultati degli accertamenti in corso in queste ore ad Avetrana a casa dell’uomo potranno essere depositati dalla Procura nell’udienza fissata per martedi’ 9 novembre dinanzi al tribunale del Riesame, che dovra’ esaminare il ricorso presentato dai legali di Sabrina Misseri, figlia di Misseri, per far scarcerare la loro assistita.

E’ quanto prevede l’articolo 309 del codice di procedura penale. Al comma 9 si recita testualmente che ”entro dieci giorni dalla ricezione degli atti il tribunale, se non deve dichiarare l’inammissibilita’ della richiesta, annulla, riforma o conferma l’ordinanza oggetto del riesame decidendo anche sulla base degli elementi addotti dalle parti nel corso dell’udienza”.

Nell’interrogatorio di ieri Michele Misseri avrebbe addossato la responsabilita’ dell’omicidio della nipote alla figlia Sabrina, assumendosi solo la colpa di aver nascosto il cadavere in campagna.