Scavi Pompei, ispettori nei cantieri: rischio infiltrazioni camorra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 9:44 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 9:52
Scavi Pompei, ispettori nei cantieri: rischio infiltrazioni Camorra

Scavi Pompei, ispettori nei cantieri: rischio infiltrazioni Camorra (foto Lapresse)

NAPOLI – Antimafia negli scavi di Pompei: c’è il rischio di infiltrazioni di camorra nei lavori di restauro. La Dia (Direzione Investigativa Antimafia) di Napoli, con Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, ha fatto un “accesso ispettivo” nei cantieri degli scavi di Pompei contro eventuali tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata. Sono state controllate due società e venti persone.

I cantieri riguardano le opere di restauro del patrimonio archeologico che rientra nel Grande Progetto Pompei che ha ottenuto un finanziamento di 105 milioni di euro dall’Unione Europea.

I cantieri interessati sono quelli di tre domus. Si tratta della Casa delle Pareti Rosse, di Sirico e del Marinaio. L’accesso è stato eseguito sulla base di un decreto emesso dal prefetto di Napoli, Musolino, contro eventuali tentativi di infiltrazione e di condizionamento della criminalità organizzata nei cantieri e nelle procedure per il restauro degli scavi.