Emanuela Orlandi, dalle lettere un nuovo mistero: Katy Skerl, uccisa per vendetta?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 10:25 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 10:25
Emanuela Orlandi, dalle lettere un nuovo mistero: Katy Skerl, uccisa per vendetta?

Emanuela Orlandi, dalle lettere un nuovo mistero: Katy Skerl, uccisa per vendetta?

ROMA – Due lettere, poco prima di Pasqua, erano arrivate nella posta di Maria Antonietta Gregori, sorella di Mirella, e di Raffaella Monzi, la ragazza che è stata l’ultima a vedere Emanuela Orlandi. Nelle lettere un ciuffo di capelli chiari e ricci, messaggi in codice di difficile comprensione e ritagli di giornale. In questi giorni, su quella ciocca di capelli la procura della Capitale ha deciso di disporre delle analisi del dna.

La procura indaga ma il giallo si estende ad una terza ragazza, Katy Skerl, figlia di un regista americano. Fu trovata strangolata nelle campagne di Grottaferrata il 21 gennaio 1984. All’epoca aveva solo 17 anni.

L’omicidio di Katy fu forse una vendetta? La studentessa del liceo artistico di ponte Milvio venne uccisa da un gruppo rivale a quello che strappò Emanuela e Mirella alle sue famiglie?

Si tratta solo di un’intimidazione? Marco Accetti, il fotografo di 57 anni che ha riferito di aver partecipato al duplice sequestro, si presenta in Procura il 27 marzo. Poco dopo le lettere vengono inviate a casa di  Maria Antonietta Gregori, sorella di Mirella, e di Raffaella Monzi, la ragazza che è stata l’ultima a vedere Emanuela Orlandi. Solo una coincidenza? A colpire è soprattutto il testo nelle lettere:

“Non cantino le due belle more per non apparire come la baronessa e come il ventuno di gennaio martirio di Sant’Agnese con biondi capelli nella vigna del signore.”

Lo stesso Accetti ha riferito ai magistrati dell’esistenza di una «parte avversa» alla sua, composta da laici ed ecclesiastici in contatto con ambienti della massoneria. L’omicidio Skerl sarebbe stata la «risposta» alle pressioni esercitate in ambienti vaticani tramite Emanuela (figlia del messo papale) e Mirella (vicina di casa di un funzionario della Gendarmeria)?