Precari scuola. 66.300 assunzioni dal 1 settembre: guida ai posti città per città

Pubblicato il 11 Agosto 2011 10:27 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2011 10:37

ROMA – Il ministero dell’Istruzione ha pubblicato la ripartizione delle 66.300 assunzioni tra docenti e personale Ata che scatteranno il prossimo 1 settembre. Provincia per provincia sarà possibile per i precari vedere la propria destinazione. La stabilizzazione dei precari vedrà l’assunzione di 30,300 professori e 36 mila Ata, con il 46,3 per cento dei docenti e il 51 per cento di personale Ata che andranno al Nord italia. Al Sud le assunzioni riguarderanno il 29,8 per cento degli insegnati e il 28,3 per cento di Ata, contro il Centro che vedrà tra le sue schiere il 23,9 per cento dei nuovi docenti e il 20,7 per cento del personale amministrativo.

La situazione della assunzione varia molto da regione a regione se si pensa che in Lombardia saranno stabilizzati 5.9091 docenti e 7.455 Ata contro i 199 doventi e 233 Ata della regione Molise. Il boom di assunzioni avverrà comunque nelle grandi città con 2.506 docenti e 2.736 Ata a Roma, 2.180 di docenti e e 3.2350 di Ata a Milano, 1.511 docenti e 1.738 Ata a Napoli e 1265 docenti e 1.834 Ata a Torino. A Firenze ancora 893 prof e 681 Ata, a Palermo 317 prof e 710 Ata, a Cagliari 364 prof e 235 Ata, a Cosenza 300 prof e 348 Ata.

La ripartizione è stata resa nota dal ministero dopo gli accordi presi con i sindacati su quali graduatorie utilizzare per le assunzioni previste: dei 30.300 docenti solo 10 mila saranno presi dalle vecchie graduatorie, mentre i restanti 20 mila verranno dalle graduatorie aggiornate al 2010-2011. L’accordo è giunto dopo momenti di tensione in cui i precari della vecchia graduatoria avevano promesso di dar battaglia per riottenere il posto che l’aggiornamento della graduatoria al 2010-2011 gli avrebbe negato, ma rappresenta un comunque un importante passo avanti nella stabilizzazione dei molti precari che attendono, spesso da anni, di essere finalmente assunti.